Orio, Enac scrive alle compagnie «Perché non rispettate le rotte?»

Orio, Enac scrive alle compagnie
«Perché non rispettate le rotte?»

Nuove sollecitazioni dei sindaci all’ente. Problemi anche per la richiesta di applicare nuovi profili di decollo.

Archiviata la sperimentazione che tanto ha fatto discutere, il dibattito sulle rotte dell’aeroporto di Orio al Serio non si placa. Ieri nuovo round in Commissione aeroportuale e nel mirino è tornata la Prnav, quella che, effettuando una virata più stretta, doveva alleviare il passaggio su Colognola. Sulla carta. Perché già dall’anno scorso la rotta tracciata da Enav si era dimostrata inadeguata, o meglio non rispettata.

Gli stessi responsabili locali di Enac avevano ammesso che la rotta, così come pensata, non era volabile: nel senso che i piloti non riuscivano a rispettarla con la necessaria precisione, inficiando così i possibili benefici. Ieri, su pressione dei sindaci del territorio, è stato chiesto ad Enac di approfondire ancora la questione, e l’ente scriverà così alle compagnie per capire nel dettaglio quali siano le cause che ne impediscono l’adozione.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 18 dicembre 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA