«Regalati un sorriso», record di donazioni 14.300 giochi ai bimbi meno fortunati

«Regalati un sorriso», record di donazioni
14.300 giochi ai bimbi meno fortunati

Raccolti libri e peluche usati e in buono stato da donare a organizzazioni locali e internazionali.

«Regalati un sorriso», progetto di Responsabilità sociale del Gruppo giovani imprenditori di Confindustria Bergamo e di Servizi Confindustria Bergamo, giunto alla VII edizione, si è chiuso con 14.300 giocattoli raccolti, contro gli 8 mila dello scorso anno: una cifra record a cui hanno contribuito privati cittadini ma anche numerose aziende associate, salite a 27 contro le 15 della passata edizione. L’obiettivo dell’iniziativa, nata su impulso di Cristina Moro, ex dipendente di Confindustria Bergamo ancora oggi attiva nel progetto, è raccogliere giocattoli nuovi e usati, ma anche libri, da donare a organizzazioni impegnate nella tutela dell’infanzia sia a livello locale sia nazionale e internazionale. «Un gesto di solidarietà semplice, ma concreto – commenta il presidente dei Giovani imprenditori di Confindustria Bergamo Alessandro Arioldi – che è solo una piccola parte di un piano più ampio finalizzato alla promozione della Responsabilità sociale d’impresa». La distribuzione in occasione della festa di Santa Lucia e del Natale. Parte del materiale verrà però anche utilizzata o consegnata durante tutto il prossimo anno nel corso di altri eventi o della normale attività. I giocattoli sono stati consegnati alle associazioni Asino Meccanico (9.753 giochi), Aiutando (4.133), Fabbrica dei Sogni (155), Il cortile di Ozanam (75), Cuore con le Ali (67) e inoltre a Asd Virescit (70) e Servizi sociali del Comune di Bonate Sotto (43). Hanno partecipato alla raccolta anche i genitori degli alunni dell’Istituto scolastico paritario Suore Sacramentine e dell’International School Bergamo, il Gruppo mamme Bratto, Castione Dorga e l’Associazione provinciale forense.


© RIPRODUZIONE RISERVATA