Sai aggiustare i Boeing 737? A Orio azienda offre 20 posti di lavoro

Sai aggiustare i Boeing 737?
A Orio azienda offre 20 posti di lavoro

Seas, società specializzata nella manutenzione di aeromobili Boeing B737-800 e in esclusiva della flotta Ryanair sul territorio italiano cerca personale.

L’azienda ha annunciato di avere avviato la campagna di sostituzione di motori e carrelli nella baia del secondo hangar di manutenzione degli aeromobili della flotta Ryanair, situato nell’area nord dell’aeroporto di Caravaggio di Orio al Serio.

Inoltre, in aggiunta alle 20 figure professionali ricercate e recentemente assunte nelle proprie basi nazionali, Seas ha deciso di aprire un ulteriore bando per altre 20 posizioni di tecnico manutentore aeronautico certificato nelle categorie B1 - B2 e A.

Nei primi dieci giorni di servizio del nuovo hangar, le squadre di tecnici manutentori certificati B1 hanno provveduto alla sostituzione di 4 motori e altrettanti carrelli, rispettando pienamente i tempi e le modalità pianificate per consentire alla compagnia aerea di tornare a disporre degli aeromobili in flotta.

«Si tratta di una tipologia di operazioni che richiede adeguata preparazione professionale ed estrema precisione – sottolinea Alessandro Cianciaruso, amministratore delegato di SEAS – E’ motivo di soddisfazione vedere affidate alla nostra società di manutenzione aeronautica mansioni così complesse e delicate, a conferma del riconoscimento di affidabilità da parte del costruttore Boeing e del vettore Ryanair».

Intanto continuano nell’hangar 1 dell’aeroporto di Milano Bergamo le attività di check manutentivo di tipo A, programmate 7 giorni su 7. La società specializzata nella manutenzione di aeromobili sta intensificando il reclutamento di addetti per rispondere alle richieste del mercato. In aggiunta alle 20 figure professionali ricercate e recentemente assunte nelle varie basi nazionali, SEAS ha deciso di aprire un ulteriore bando per altre 20 posizioni di tecnico manutentore certificato nelle categorie B1 - B2 e A. Va ricordato che ogni anno Seas inserisce nel proprio programma formativo 40 junior aircraft engineer, in possesso di diploma superiore conseguito presso gli istituti aeronautici abilitati e selezionati sulla base dei requisiti minimi richiesti, ovvero conoscenza lingua inglese e predisposizione verso le materie tecniche. Attualmente sono 44 i tecnici in formazione a livello nazionale, presso le basi aeroportuali di SEAS a Bergamo, Roma Ciampino, Bologna e Pisa.

Dal 2019 il percorso formativo afferirà alla Aircraft Engeneer Academy (AEA), la prima accademia italiana di alta formazione per tecnici aeronautici addetti alla manutenzione degli aerei, fondata a Bergamo da Seas in collaborazione con l’istituto scolastico San Carlo di Verona e che coinvolge dal punto di vista della preparazione teorica l’Università degli Studi di Bergamo e Itis Paleocapa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA