Sant’Omobono, furgone nella scarpata Gli alberi frenano la caduta nel burrone

Sant’Omobono, furgone nella scarpata
Gli alberi frenano la caduta nel burrone

Il conducente, un artigiano di 54 anni, ha perso il controllo del veicolo
ed è caduto oltre la carreggiata: fermato dai tronchi, prima di finire nel torrente Imagna

Se l’è vista proprio brutta il conducente di un furgoncino che nella mattinata di venerdì 1°dicembre, al volante del veicolo, è uscito fuori strada ed è finito in un dirupo a latro della strada provinciale della Valle Imagna, in località Ponte Pietra di Sant’Omobono Terme.

Mancava poco a mezzogiorno quando un furgone Renault, guidato da un artigiano edile di 54 anni, residente a Colnago frazione di Cornate d’Adda, stava percorrendo la provinciale in direzione del capoluogo della Valle Imagna, un centinaio di metri della prima galleria in località Ponte Pietra, forse causa di un malore improvvisamente ha perso il controllo del suo veicolo. Il furgoncino ha invaso la corsia opposta ed è entrato in un parcheggio; poi, dopo aver abbattuto un palo della segnaletica stradale e demolito un muretto, è piombato nel dirupo sottostante. Per sua grande fortuna, è finito su un terrapieno e almeno quattro alberi hanno evitato che cadesse nel burrone, poiché dopo un volo di una trentina di metri sarebbe finito nel torrente Imagna. Proprio in quel momento da Sant’Omobono è sopraggiunto un camioncino con a bordo due muratori, amici dell’artigiano, che hanno visto sbandare il veicolo e subito si sono fermati, hanno soccorso il cinquantaquattrenne e allertato il 112. L’artigiano si lamentava ma era vigile.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale dell’Eco di Bergamo del 2 dicembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA