Solo per oggi, ma si sente l’inverno E la neve è sempre più vicina
Neve a GandinoFoto by Leonilda Lecchi

Solo per oggi, ma si sente l’inverno
E la neve è sempre più vicina

Da anni l’inverno non riusciva più a proporre una vera incursione di aria fredda dalla Russia direttamente sul Nord Italia: ci si doveva quasi sempre accontentare di surrogati che venivano modificati dalle Alpi o che prendevano la più comoda via dell’Adriatico, lasciandoci a secco.

Ma lo avevano previsto e il freddo è arrivato con la neve molto vicina alla città. Il progressivo inserimento di un fronte perturbato, da metà giornata in espansione dall’Austria a tutto il Nord Italia, coprirà il debole sole della mattinata.

Neve nella notte sul monte Farno

Neve nella notte sul monte Farno
(Foto by La foto è arrivata da un nostro lettore: Carlo Pep Picinali)

Ma è solo per oggi questo colpettino d’inverno, che si conferma abbastanza simile alla famosa bufera della Santa Lucia 2001, anche se non raggiungerà gli eccessi di quella mitica nevicata cittadina. Le precipitazioni sono iniziate martedì sera alle 21, dapprima pioggia ma in rapida conversione in neve durante la notte, neve prevista anche nella giornata di emrcoledì a circa 400 m di quota, quindi con possibilità di staccare il biglietto per qualche fiocco anche in pianura. Attendiamo.

Fino al pomeriggio di mercoledì nella pianura occidentale della Lombardia, Bergamasca compresa, c’è il rischio di moderata criticità per possibile vento forte. La fase acuta dovrebbe concludersi oggi intorno alle 15. La Regione suggerisce ai presidi territoriali di prestare attenzione e un’adeguata attività di sorveglianza alle situazioni di criticità per rischio vento forte che possono generare pericoli diretti sulle aree interessate dall’eventuale crollo d’impalcature, cartelloni e alberi, oltre che pericoli sulla viabilità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA