Marcia della Pace, mille a Sotto il Monte «Il Papa ci dice di accogliere e integrare»

Marcia della Pace, mille a Sotto il Monte
«Il Papa ci dice di accogliere e integrare»

La pioggia non ha fermato la Marcia della Pace nazionale che si è svolta nel paese di Papa Giovanni XXIII. Il vescovo Beschi nell’omelia ha raccolto l’invito di Papa Francesco ad «accogliere, proteggere, promuovere e integrare sono le azioni che ci invita a sostenere individualmente, socialmente e comunitariamente»

La partecipazione di circa 1000 persone ha dato corpo e anima la notte tra il 31 dicembre e il 1°gennaio 2018 alla Marcia nazionale per la pace sul percorso tra Calusco d’Adda e Sotto il Monte. La parola «pace» è echeggiata nella preghiera e nelle parole appassionate dei tanti interventi, accostata ai fatti della realtà, alle vicende umane, alle storie soprattutto dei migranti e dei rifugiati a cui Papa Francesco ha dedicato il suo messaggio per la Giornata mondiale della pace.

MARCIA DELLA PACE

MARCIA DELLA PACE
(Foto by Yuri Colleoni)

La Marcia si è conclusa con la concelebrazione eucaristica nella tensostruttura a Sotto il Monte. «Accogliere, proteggere, promuovere e integrare – ha detto il vescovo Francesco Beschi nell’omelia – sono le azioni che Papa Francesco ci invita a sostenere individualmente, socialmente e comunitariamente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA