Negozi aperti in centro nel weekend Biglietto unico sui bus Atb

Negozi aperti in centro nel weekend
Biglietto unico sui bus Atb

I commercianti cercano di reagire. «Bar, negozi, mercati, alberghi e ristoranti erano e sono sicuri: c’è grande impegno per rispettare scrupolosamente norme e ordinanze, per garantire alla clientela un servizio di qualità» dice Confesercenti.

Bergamo non si ferma: sabato 28 febbraio e domenica 29 febbraio i commercianti del centro di Bergamo sono aperti e «vi aspettano». È questo lo slogan dei commercianti riuniti nell’associazione «Bergamo in Centro» lanciato nel pomeriggio di venerdì 28 febbraio. «Torniamo a vivere senza paura ma con senso civico e responsabilità...Torniamo a vivere la nostra città e non rinunciamo alla nostra vita di tutti i giorni... Il centro di Bergamo con i suoi 600 negozi è grande ed all’aria aperta e non si ferma».

Anche Atb comunica che sabato 29 febbraio e domenica 1 marzo la validità dei biglietti orari verrà estesa all’intera giornata. Sarà pertanto possibile viaggiare su autobus, funicolari e tram per l’intera giornata convalidando un unico biglietto orario valido per le zone tariffarie corrispondenti. L’iniziativa è stata introdotta in occasione dell’apertura straordinaria delle attività commerciali del centro cittadino per la giornata di domenica 1 marzo, nell’ambito della campagna “Vincere la paura” promossa dal Distretto Urbano del Commercio in collaborazione con il Comune di Bergamo.

Contatti e informazioni: Atb Point, Largo Porta Nuova, 16-Bergamo; tutti i giorni feriali da lunedì a venerdì, dalle 8.20 alle 18.45 e il sabato dalle 9.30 alle 14.30. Gli operatori rispondono anche telefonicamente alle richieste al numero 035.236026 oppure per posta elettronica all’indirizzo e-mail [email protected]

Davide Chiari, responsabile sicurezza di Confesercenti, rivolge un appello ai consumatori: gli esercenti si sono fatti trovare pronti nell’affrontare l’emergenza coronavirus, restando un punto di riferimento anche quando si è scatenata la corsa allo scaffale.

«Nei piccoli negozi e nei banchi dei mercati l’assortimento non è mai venuto meno - continua Chiari - i clienti possono trovare prodotti freschi e sicuri, come sempre. In caso di dubbi, invitiamo a fare domande al negoziante di fiducia, che saprà rispondere e dare i consigli più appropriati. Possiamo comunque assicurare che le nostre categorie applicano rigidi protocolli igienici, dunque si può stare tranquilli e fare la spesa come sempre».

Stesso discorso per bar, alberghi e ristoranti: «Le decisioni della Regione sono improntate al buon senso e orientate a dare la massima tutela ai cittadini. Ci si può dunque sedere serenamente al tavolo e bersi un buon caffè o gustarsi un piatto gustoso senza tante ansie. Così come concedersi un weekend in hotel. Anzi, in questo momento una pausa di qualità può senz’altro giovare all’umore e favorire il ritorno alla quotidianità. Da parte nostra, siamo a disposizione degli esercenti per aiutarli a svolgere il loro lavoro nel migliore dei modi: li invitiamo a chiamare Confesercenti per qualsiasi necessità, ricordando che possono avere tempestive e documentate informazioni sulla situazione consultando il nostro sito(www.confesercenti.bergamo.it) o la nostra pagina Facebook, costantemente aggiornati. Siamo al loro fianco, oggi più che mai ».


© RIPRODUZIONE RISERVATA