Suisio, fabbro cade da una scala. Volo di 6 metri, trauma cranico
Il luogo dell’incidente a Suisio (Foto by Remo Traina)

Suisio, fabbro cade da una scala. Volo di 6 metri, trauma cranico

L’incidente sul lavoro è avvenuto nella mattinata di sabato 3 aprile. L’uomo, 38 anni, ricoverato a Bergamo in prognosi riservata.

È ricoverato in prognosi riservata all’ospedale «Papa Giovanni» di Bergamo l’artigiano di Brembate Sopra che sabato mattina, 3 aprile, è caduto da una scala da un’altezza di circa sei metri. Le sue condizioni sono gravi ma non sarebbe in pericolo di vita. L’incidente è accaduto in una casa a Suisio in via Adda, la strada che porta al fiume. Da quanto si è appreso, verso le 11 una signora che abita in un appartamento all’ultimo piano di un palazzo, arrivata a casa, non è riuscita a trovare le chiavi per aprire la porta d’ingresso. Ha quindi chiesto l’intervento di un fabbro. Un trentottenne, fabbro e serramentista, ha raggiunto la casa ed è entrato nel cortile, poi usando una scala a pioli è salito quasi sino all’appartamento per raggiungere la finestra e aprirla. Ma, per cause da accertare, è caduto a terra procurandosi un trauma cranico. Sono arrivate l’automedica e l’ambulanza della Cri. Il personale di emergenza del 118 ha prestato le prime cure al ferito, che non aveva perso conoscenza. Dopo averlo stabilizzato, è stato trasportato all’ospedale Papa Giovanni. Sono arrivati anche i vigili del fuoco volontari del distaccamento di Madone che con una scala hanno raggiunto l’abitazione della signora e hanno aperto la finestra, trovando le chiavi della porta dell’appartamento, che finalmente è stata aperta. Sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Capriate San Gervasio e i tecnici dell’Ats Bergamo - Servizio prevenzione infortuni con sede a Bonate Sotto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA