Sversano 400 litri di vernici in un terreno Bergamo, è caccia ai «pirati ecologici»

Sversano 400 litri di vernici in un terreno
Bergamo, è caccia ai «pirati ecologici»

È successo in via Portico al confine tra Bergamo e Orio al Serio. Due bidoni di solventi e smalti rovesciati in un terreno. Il difficile recupero da parte di Aprica.

Non solo hanno abbandonato litri e litri (si stima circa 400) di rifiuti pericolosi in un luogo non autorizzato, ma hanno anche avuto l’accortezza (si fa per dire) di ribaltare i due bidoni che li contenevano, sversandone il contenuto sul terreno e, in piccola parte (per fortuna) in un torrente irriguo presente nelle immediate vicinanze. Ora è caccia ai pirati ecologici che nei giorni scorsi non si sono fatti alcuno scrupolo di smaltire due grossi bidoni (da 200 litri ciascuno) colmi di morchie da verniciatura, solvente e smalto in un terreno privato nella zona di via Portico, alle porte della città, al confine con Azzano e Orio.

Dopo essersi reso conto dell’accaduto, martedì il proprietario dell’area ha contattato il Servizio Ecologia del Comune, che a sua volta ha allertato Aprica, giunta sul posto con una squadra appositamente addestrata per queste situazioni che si è immediatamente resa conto della gravità della situazione: i bidoni esalavano infatti dei gas, che provocavano bruciore agli occhi, con parte del liquido sparso non solo nel terreno, ma anche nella roggia attigua. Un intervento impegnativo, quello dei tecnici specializzati della società adibita allo smaltimento dei rifiuti in città, che indossando un’apposita tenuta protettiva e mascherine hanno sparso una sostanza assorbente per far sì che i liquidi non penetrassero nel terreno, e che l’inquinamento delle acque si interrompesse immediatamente.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 16 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA