Torna la «We run for Christmas» Tedofori «in rosa» per l’edizione 2019
L’edizione 2018 di «We run for Christmas» alla Capanna de «L’Eco di Bergamo» sul Sentierone

Torna la «We run for Christmas»
Tedofori «in rosa» per l’edizione 2019

Il 14 e 15 dicembre staffetta di beneficenza di 240 km divisi in 24 tappe che dal 2017 sostiene il progetto del Patronato San Vincenzo alla «Città dei bambini» di Cochabamba, in Bolivia.

Esiste qualcosa più complicato di crescere? Sì, crescere nella povertà. Tutti dovrebbero poter trascorrere la propria infanzia con spensieratezza, soprattutto nel periodo natalizio. Su questa convinzione si basa la quarta edizione di «We run for Christmas», una staffetta di beneficenza di 240 km divisi in 24 tappe che dal 2017 sostiene il progetto del Patronato San Vincenzo alla «Città dei bambini» di Cochabamba, in Bolivia.

Le date scelte per il 2019 sono ancora una volta i giorni del weekend successivo a quello dell’Immacolata, sabato 14 e domenica 15 dicembre. Alle 16 di sabato, i primi partecipanti si lasceranno alle spalle la Capanna de L’Eco di Bergamo sul Sentierone, iconico punto di partenza e arrivo dell’intera manifestazione, per portarne lo spirito natalizio su tutto il territorio provinciale. Per quanto riguarda i tedofori, uno degli obiettivi di quest’anno a livello motivazionale è quello di spingere il pubblico femminile a praticare sport (in questo caso specifico, possibilmente a correre) con continuità, magari iniziando proprio da qualche chilometro in compagnia il 14 o il 15 dicembre. Ecco perché si è deciso di puntare molto sulle tedofore in rosa, dalle appassionate di lunghe distanze Rossana Morè e Graziana Pè che guideranno la tappa iniziale, per proseguire poi con la Meri, vincitrice del Gto 2019 e anche Sara Taiocchi, nata e cresciuta in Valle Brembana. Tra tanti atleti di punta, nel gruppo dei tedofori della quarta edizione di We run for Christmas ci sarà anche Isabella Bosio, ragazza di Oneta che guiderà i runner nella frazione che dal Passo di Zambla scende verso Ponte Nossa. Da Ponte Nossa ad Albino il testimone passerà invece a Samantha Galassi, runner di origine livornese ma ormai adottata dalla Val Seriana.

Per effettuare l’iscrizione, che è a tutti gli effetti anche una donazione al progetto benefico, ci sono due possibilità: quella base, da 10 euro, che dà diritto al pettorale commemorativo e al bicchiere con logo della manifestazione e quella da sostenitore, di 25 euro, che al pacchetto precedente aggiunge una t-shirt. Le iscrizioni sono aperte fino al 12 dicembre. Per informazioni: www.werunforchristmas.it oppure [email protected]


© RIPRODUZIONE RISERVATA