Tregua della pioggia, ma il lago d’Endine esonda Il rifugio Benigni sommerso dalla neve-Foto
il rifugio Benigni sepolto dalla neve (Foto by Webcam)

Tregua della pioggia, ma il lago d’Endine esonda
Il rifugio Benigni sommerso dalla neve-Foto

Il meteo prevede 48 ore di tregua e poi per mercoledì l’arrivo di una nuova perturbazione. Intanto al lago d’Endine c’è acqua alta e in quota tantissima neve.

Le abbondanti piogge che sono terminate nelle scorse ore, hanno lasciato qualche strascico fortunatamente senza gravi conseguenze. Nella mattinata di lunedì 25 novembre il lago d’Endine è esondato invadendo il lungo lago e i sentieri che lo costeggiano in località Monasterolo come dimostrato dalle immagini che ci ha mandato Lorenzo Zambetti.

Lago d’Endine esondato

Lago d’Endine esondato
(Foto by Lorenzo Zambetti)

Lago d’Endine esondato

Lago d’Endine esondato
(Foto by Lorenzo Zambetti)

In alta quota ai 2200 metri del rifugio Benigni in alta Val Brembana, invece, è caduto oltre un metro di neve e nella mattinata di lunedì 25 novembre al diradarsi della foschia, la situazione, si presentava così, il rifugio è quasi completamente sepolto dalla neve.

Rifugio Benigni

Rifugio Benigni
(Foto by webcam)

Le previsioni per le prossime ore del Centro Metereologico Lombardo.

Lo spostamento verso sud/est della depressione responsabile del maltempo nel fine settimana e una temporanea espansione di un debole promontorio di alta pressione sull’Europa occidentale determina per un paio di giorni una cessazione delle precipitazioni sul nord Italia e qualche schiarita.

L’approfondimento di una circolazione depressionaria sulla Gran Bretagna nella giornata di mercoledì sarà responsabile del nuovo rinvigorirsi delle correnti atlantiche verso la nostra penisola accompagnate da una nuova perturbazione. Le temperature non subiranno grandi variazioni nel corso della settimana, ma saranno prevalentemente influenzate dal grado di copertura nuvolosa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA