Treni: rete alle Fs, governo a Trenord I pendolari chiedono chiarezza sul futuro

Treni: rete alle Fs, governo a Trenord
I pendolari chiedono chiarezza sul futuro

Nuova proposta dei Cinquestelle dopo il «no» al divorzio tra i due enti. Alla Regione il 51%.

Un nuovo assetto societario in cui la gestione vada a Trenord, con una governance in capo alla Regione, e la rete a Ferrovie dello Stato. È la proposta dei Cinquestelle, dopo la bocciatura del divorzio tra Trenord e Fs. Proposta – pare – bene accolta dal governatore lombardo Attilio Fontana. Frena, invece, l’assessore regionale ai Trasporti, la bergamasca Claudia Maria Terzi che commenta: «C’è ancora la proposta di Regione sul tavolo. Attendiamo di incontrare a brevissimo i vertici di Fs, speriamo di arrivare a una definizione della vicenda nel più breve tempo possibile». Anche il Comitato dei pendolari bergamaschi sollecita una rapida definizione della vicenda, pur sapendo che si tratta di cambiamenti che richiedono tempi tecnici.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 25 agosto 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA