Una piazza dedicata a don Bianzina Il ricordo della comunità di Fontana
L’intitolazione della piazza a Fontana a don Alfredo Bianzina (Foto by Frau)

Una piazza dedicata a don Bianzina
Il ricordo della comunità di Fontana

Un caloroso applauso ha accompagnato il taglio del nastro e lo scoprimento della targa per l’intitolazione della piazza antistante la chiesa parrocchiale di Fontana a don Alfredo Bianzina, che ha guidato la comunità dal 1956 al 1965.

Un caloroso applauso ha accompagnato, nella mattinata di domenica 19 maggio, il taglio del nastro e lo scoprimento della targa per l’intitolazione della piazza antistante la chiesa parrocchiale di Fontana a don Alfredo Bianzina, che ha guidato la comunità dal 1956 al 1965. L’iniziativa si è posta nel solco della memoria e del ringraziamento per quanto questo parroco ha operato alla guida della parrocchia sui Colli di Bergamo Alta. Il nastro è stato tagliato dall’attuale parroco don James Organisti e dall’assessore comunale Nadia Ghisalberti, mentre la targa dell’intitolazione dagli ex giovani di don Bianzina.

«Era umile di carattere, ma anche molto deciso — ha ricordato Vittorio Ambrosini, già docente di scuola e uno degli ex ragazzi di don Bianzina —. Ha saputo pungolare l’Amministrazione comunale per i servizi necessari a Fontana, ma soprattutto per le strutture essenziali all’educazione dei giovani». Prima della cerimonia, don Organisti aveva celebrato una Messa, ricordando anche l’incisiva opera pastorale del predecessore. «Sono ancora molte le persone di Fontana — ha detto — che visitano la sua tomba nel cimitero del paese nativo di Dossena». Anche la comunità di questo paese era presente con una folta delegazione, accompagnata dal sindaco Fabio Bonzi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA