Valle Brembana, viabilità critica Rondò e nuovo ponte a San Giovanni

Valle Brembana, viabilità critica
Rondò e nuovo ponte a San Giovanni

In attesa della variante che possa definitivamente risolvere il problema dell’imbuto di San Giovanni, il sindaco su Facebook informa i cittadini che si stanno progettando una rotonda e un nuovo ponte per cercare di alleviare le criticità che si creano soprattutto in questi giorni di turismo.

<iframe src=”https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fmarco.milesi.71%2Fposts%2F10212282397968637&width=500” width=”500” height=”525” style=”border:none;overflow:hidden” scrolling=”no” frameborder=”0” allowTransparency=”true”></iframe>

Nell’augurare un buon ferragosto, il sindaco di San Giovanni Bianco Marco Milesi ha informato i propri concittadini sullo stato dell’arte di uno dei problemi più sentiti della Valle Brembana e del suo paese in particolare. Si tratta della questione critica della viabilità che, soprattutto, in questi giorni di forte afflusso turistico si acuisce. In post su Facebook, che riportiamo integralmente, il primo cittadino parla della progettazione di una rotonda e di un nuovo ponte sul fiume a nord dell’abitato che possano alleviare le criticità di traffico in attesa della variante, unica opera che potrebbe risolvere definitivamente il problema.

SAN GIOVANNI BIANCO - STRADA EX STATALE VALLE BREMBANA TRAFFICO - AUTO - CODE

SAN GIOVANNI BIANCO - STRADA EX STATALE VALLE BREMBANA TRAFFICO - AUTO - CODE
(Foto by ANDREATO)

« Uno dei principali problemi della Valle Brembana è sicuramente la viabilità, che nonostante alcune opere realizzate dopo l’alluvione del 1987 grazie alla Legge Valtellina, risente fortemente della poco agevolante morfologia del territorio che non permette di avere valide alternative se non grazie ad infrastrutture onerose. Lo stiamo vivendo in questi giorni, dove (e dico per fortuna!) molti turisti salgono in valle e si formano code in alcuni punti che non sono rientrati nelle opere che beneficiarono della Legge Valtellina. I nodi più critici rimangono quelli della Paladina-Villa d’Alme’, Zogno e San Giovanni Bianco. Visto che amministro San Giovanni Bianco, anche in queste settimane abbiamo affrontato la questione. Come ben sapete la strada provinciale attraversa il centro abitato, in alcuni punti anche stretta in quanto è rimasta quella di inizio del secolo scorso, e dove in cinquecento metri circa si innestano tre importanti arterie: quella che tramite il ponte dell’ospedale collega la metà dei residenti alla viabilità principale oltre a collegare Dossena e la val Serina, la seconda che permette di recarsi in Valle Taleggio e quella centrale che collega la viabilità provinciale con due strutture della media distribuzione, punto di riferimento per l’intera valle.

Per rendere nel brevissimo il meno problematico possibile l’attraversamento dei veicoli in questi giorni verso l’alta valle, negli orari di punta sono in servizio gli agenti di polizia locale, non per fermare le automobili a favore dei pedoni, ma per garantire un più efficiente e coordinato attraversamento di più pedoni contemporaneamente e quindi rendere meno frequente l’attraversamento dei pedoni. Nel medio periodo, al fine di alleggerire gli incroci presenti nel centro abitato, stiamo progettando una rotonda ed un nuovo ponte a nord dell’abitato, che darà sicuramente un aiuto anche nei momenti di maggiori criticità come quelle di questi giorni. Il progetto definitivo sarà pronto nei prossimi mesi e i lavori potranno partire dal 2018. Oltre a questi interventi, sarà però fondamentale completare gli interventi sulla viabilità principale realizzando, per quanto riguarda l’abitato di San Giovanni Bianco, la variante che possa superare l’intero centro abitato.Solo con questo intervento, unitamente al completamento della variante di Zogno e alla Paladina-Villa d’Alme’ potranno finalmente risolversi i problemi viabilistici della Valle. E questo non sono per i turisti, ma soprattutto per chi in valle ci vive! Buon ferragosto a tutti!»


© RIPRODUZIONE RISERVATA