Valle di Scalve, malore in montagna  Muore 60enne di Scanzorosciate

Valle di Scalve, malore in montagna
Muore 60enne di Scanzorosciate

L’uomo che era al rifugio Cimon della Bagozza nella mattina di sabato 8 settembre è uscito per andare a funghi insieme ad altre persone e non è più tornato, il corpo senza vita è stato ritrovato dal figlio.

Un malore e non di un incidente in montagna è la causa che ha portato al decesso di un uomo di 60 anni di Scanzorosciate sui monti della Val di Scalve a Schilpario, non lontano dal rifugio Cimon della Bagozza. L’uomo era partito dal rifugio in mattinata per andare a raccogliere funghi nei dintorni con alcuni conoscenti e con il figlio. Poi nei boschi si sono separati e non avendo più avuto sue notizie sono partite le ricerche. È stato allertato il soccorso alpino e poi da Bergamo è anche partito l’elisoccorso. L’uomo è stato ritrovato accasciato a terra proprio dal figlio. I medici giunti sul posto non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.

Leggi di più acquistando a 0.99 euro la copia digitale del 9 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA