Lunedì 01 Febbraio 2010

Davide Van De Sfross giovedì
al Teatro Gavazzeni di Seriate

Giovedì 4 febbraio il palco del Gavazzeni sarà solcato, alle 21, da Davide Van De Sfross per “Show”. Lo spettacolo, attraverso la fusione dei linguaggi di musica e teatro, ha un impianto artistico che ruota attorno al musicista, ai suoi personaggi e ai diversi ospiti che di volta in volta saliranno sul palcoscenico. Spettacolo nuovo e insolito, frutto dell’unione di musica e teatro, è un magico incontro tra il mondo reale e quello visionario e lacustre di Davide Van De Sfroos.

“Show” nasce dagli obiettivi condivisi che uniscono l’artista e la Regione Lombardia - Assessorato alle Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, nella promozione e valorizzazione del patrimonio culturale locale e del territorio lombardo. Si sviluppa così l’idea di progettare un percorso innovativo rispetto ad un classico tour musicale: un cammino che, attraverso la musica, le parole e le immagini porti sul palcoscenico il territorio e le sue mille sfaccettature, la cultura popolare e lombarda.

«Un passaggio attraverso la cultura e l’emotività, tra la mia musica e quella degli altri - dice il cantautore - tra poesia e ironia, per invitare il pubblico ad entrare nel mio mondo, con l’intervento di ospiti, in una danza di incontri ravvicinati di ogni tipo…». L’ingresso costa 18 euro in prevendita e 20 euro la sera del concerto. Sul palco ci saranno anche Stefania Pepe, Angapiemage Galiano Persico, Francesco Piu, Davide Brambilla “Billa” e Paolo Legramandi.

Biografia - De Sfross inizia con le prime esperienze musicali nei Potage, gruppo di ispirazione punk. Forma una band, i De Sfroos, e comincia ad elaborare i primi testi in lombardo occidentale o insubre. I De Sfroos si confermeranno con la pubblicazione di Manicomi, contenente alcune famosissime canzoni come "La curiera". Nel 1996 i De Sfroos si sciolgono. Nel 2000 Davide dà alle stampe il secondo libro, "Capitan Slaff", opera che sarà poi anche rappresentata con successo in teatro. Due anni dopo la critica riconferma il suo giudizio positivo assegnandogli la Targa Tenco per il miglior album in lingua locale.

Nel 2001 esce il nuovo album di inediti "E semm partii" che vince la Targa Tenco per il miglior disco in dialetto e arriva a vendere più di 50.000 copie. Nel 2005 registra e pubblica un nuovo album in studio, "Akuaduulza". Seguono molti concerti da cui Davide trae il materiale per il DVD "Ventanas", distribuito nel 2006. L'8 febbraio 2008 è uscito il suo ultimo album registrato in studio, intitolato "Pica!". L'album si è attestato al 4° posto dei dischi più venduti in Italia nella settimana di uscita, rimanendo in classifica per 14 settimane.

k.manenti

© riproduzione riservata