Mercoledì 21 Aprile 2010

Teatro ragazzi in crescita
«C'è una domanda di qualità»

Si avvicina alla conclusione la stagione del teatro per ragazzi e famiglie, che ha offerto al pubblico un'ampia scelta di appuntamenti dal mese di ottobre ad oggi. Mario Ferrari, direttore organizzativo di Pandemonium Teatro, che promuove una decina di rassegne in provincia (il circuito «Teatro a merenda») e con Teatro Prova cura «Giocarteatro» in città, stila un primo bilancio. «Lusinghiero - dice - sia per le rassegne in provincia sia per “Giocarteatro”. Il radicamento di “Teatro a merenda” sfida la crisi, grazie alla lungimiranza di una serie di amministratori di ogni parte e colore. Vorrei evidenziare il dato della rassegna del Teatro Civico di Dalmine, che quest'anno, dopo anni di sforzi, ha visto un netto aumento di pubblico».

C'è una nuova domanda di qualità? «Sì, e c'è una rinnovata domanda di teatro per famiglie. Così c'è anche spazio per una politica del repertorio, sia per quanto riguarda il nostro sia per quanto riguarda l'ospitalità. Abbiamo avuto spettacoli, per citarne alcuni, di Dottor Bostik, Teatro del Drago, Compagnia Drammatico Vegetale, Teatro della Tosse, Oltre il Ponte, Giallo Mare Minimal Teatro: sono tra il meglio che c'è in Italia, dalla “scuola” torinese ai sempre fertili bacini emiliani e toscani, più la Napoli dei Teatrini».

L'intervista integrale su L'Eco di giovedì 22 aprile

e.roncalli

© riproduzione riservata