«La vendetta di Vespasiano» in scena all’Archeologico

«La vendetta di Vespasiano» in scena all’Archeologico

«La vendetta di Vespasiano» ha per titolo la rappresentazione teatrale in scena la sera del 14 maggio nel museo archeologico in piazza Cittadella. Una rappresentazione storica che racconta la ragione per cui l’imperatore Vespasiano decise prima l’assedio e quindi la distruzione di Cremona. La pièce è scritta da Lynn Passi Pitcher della Soprintendenza ai beni archeologici della Lombardia e verrà recitata al termine di una conferenza tenuta dalla stessa archeologa.

Lynn Passi Pitcher alle 21 parlerà di «Una lussuosa domus di età augustea a Cremona». Conferenza e scena teatrale costituiscono il primo appuntamento del “Maggio archeologico» di Bergamo a cura del museo e degli Amici del museo archeologico. Seguiranno altri due incontri, il primo, mercoledì prossimo, a cura di Andrea Carandini, archeologo dell’Università La Sapienza di Roma, dal titolo «La casa di Augusto». L’ultimo incontro, il 28 maggio, riguarderà il tema: «Antiche mura domestiche a Bergamo. La domus dei Bragagnoli» a cura di Maria Fortunati della Soprintendenza, e di Francesco Macario, assessore alle politiche della casa del Comune di Bergamo. Per informazioni [email protected]

(13/05/2008)

© RIPRODUZIONE RISERVATA