Martedì 14 Settembre 2010

Contaminazioni contemporanee
I big al Sociale e in Santa Maria

Dopo il concerto di luglio dello Standards Trio di Keith Jarrett, coronato da ampio successo di pubblico e critica, la quinta edizione di Contaminazioni Contemporanee, festival organizzato a Bergamo dall'Associazione Verbo Essere in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura e Spettacolo, prosegue dal 21 al 25 settembre con altri appuntamenti di rilievo.

Interamente dedicato sin dalla sua nascita al composito universo sonoro ECM, etichetta discografica che spazia dal jazz alla musica classica, da musiche di matrice folklorica a incontri fra differenti linguaggi, Contaminazioni Contemporanee proporrà diverse esclusive e anteprime nazionali, rinnovando la linea programmatica che da sempre contraddistingue questo significativo appuntamento con le musiche d'oggi.

Martedì 21 settembre i sassofoni di Jan Garbarek, personalità tra le più originali del jazz del Vecchio Continente, e le voci dell'Hilliard Ensemble, quotatissima formazione che si muove con pari abilità tra musica antica e contemporanea, risuoneranno tra le navate della Basilica di Santa Maria Maggiore, in Città Alta. Nell'occasione, il musicista norvegese e il quartetto inglese presenteranno in esclusiva italiana Officium Novum, terzo capitolo discografico in comune, dopo Officium, che nel 1993 diede avvio ad uno dei più felici e sorprendenti sodalizi musicali degli ultimi decenni, e Mnemosyne del 1998.

Il Teatro Sociale, sempre in Bergamo Alta, sarà quindi la cornice ideale delle due successive serate, in programma venerdì 24 e sabato 25 settembre, la prima delle quali avrà come protagonista il tedesco Stephan Micus, polistrumentista capace di creare paesaggi sonori di grande fascino grazie a strumenti etnici di disparata provenienza geografica e ad un uso particolarissimo della propria voce. Già ospite di Contaminazioni Contemporanee nel 2008, Micus eseguirà estratti dal suo nuovo album Bold As Light. Infine, sabato 25 si alterneranno due trii accomunati da un sofisticato e creativo approccio all'improvvisazione di estrazione jazzistica.

Primo a scendere in campo sarà quello del pianista Stefano Battaglia, che con il contrabbassista Salvatore Maiore e il batterista Roberto Dani suonerà in anteprima i brani del suo prossimo lavoro discografico, la cui uscita è prevista per l'inizio del 2011. A seguire, la cantante Norma Winstone, figura di spicco sin dagli anni Sessanta del British Jazz che, insieme al clarinettista e sassofonista tedesco Klaus Gesing e al pianista Glauco Venier, si produrrà nel repertorio di Stories Yet To Tell, altro album ECM freschissimo di stampa.

e.roncalli

© riproduzione riservata