Sabato 07 Maggio 2011

Le opere di Ferroni alla Gamec
Una mostra celebra l'artista

Dal 13 maggio al 3 luglio allo Spazio ParolaImmagine della Gamec è in programma la mostra «Gianfranco Ferroni. Le immagini del silenzio». L'esposizione presenta 35 incisioni e 10 fotografie dell'artista livornese, ma bergamasco d'adozione, che entrano a far parte della collezione permanente della Galleria d'arte moderna e contemporanea di Bergamo grazie alla donazione di Arialdo Ceribelli, amico e mentore di Ferroni.

Ferroni faceva parte del gruppo dei realisti esistenziali nella Milano degli anni cinquanta. Dal 1957 si dedicò all'acquaforte e all'incisione. Fra le numerose presenze in mostre in Italia e all'estero si ricordano: le Biennali di Venezia del 1950, ‘58, ‘64, ‘68, ‘82, le Quadriennali di Roma del ‘59, del ‘72 e del '99, dove gli è stato assegnato il premio per la pittura.

Nel decimo anniversario della sua scomparsa, la Gamec rende così omaggio a Ferroni che ha vissuto l'ultimo periodo della propria esistenza a Bergamo, dove aveva lo studio in via San Tomaso a pochi metri dalla Galleria d'arte moderna, circondato dalla stima e dall'affetto di amici e artisti.

In contemporanea, la Galleria Ceribelli di Bergamo (via San Tomaso, 86) dedica una monografica a Ferroni, costituita da circa 40 autoritratti (fotografie, incisioni e dipinti) e due importanti pubblicazioni: «Autoritratti» e «In memoriam».

Informazioni utili
:
Bergamo, GAMeC, Spazio ParolaImmagine (via San Tomaso, 53) 13 maggio - 3 luglio 2011
Inaugurazione: giovedì 12 maggio 2011, ore 18.00. Di seguito inaugurazione alla Galleria Ceribelli.
Orari mostra: mar – ven: 15.00 – 19.00 sab – dom: 10.00 – 19.00 lunedì chiuso. L'ingresso è libero.
Tel. 035 270272
www.gamec.it www.galleriaceribelli.com

m.marzulli

© riproduzione riservata