Venerdì 02 Settembre 2011

Gemma di Vergy apre la stagione
del «Bergamo Musica Festival»

E' ai nastri di partenza il Bergamo Musica Festival Gaetano Donizetti alla sua sesta edizione: la manifestazione conferma quella formula che vede i titoli donizettiani - quest'anno Gemma di Vergy e Maria di Rohan - costellati di una serie di eventi collaterali: una rassegna concertistica in collaborazione con l'Istituto Superiore di Studi Musicali Donizetti; una rassegna cinematografica dal titolo Il festival in video; Guide all'ascolto e Caffè del teatro, incontri di presentazione dei titoli in cartellone; conferenze e presentazioni di libri; giornate di studi.

Un modo per far rivivere i luoghi donizettiani, facendo conoscere al pubblico, soprattutto straniero, la natura di Bergamo Città della Musica. Dalla Casa Natale del compositore fino alla Basilica di Santa Maria Maggiore, passando per il Teatro Donizetti e il Teatro Sociale, la musica di Donizetti puntellerà i fine settimana di residenti e turisti sia in settembre che in ottobre. Scelta artistica questa, che va a completare l'offerta musicale che nei mesi di luglio ed agosto ha visto svolgersi, soprattutto in Città Alta, il lungo seguito di appuntamenti musicali inseriti nel cartellone delle “Passeggiate Donizettiane.

Bergamo Musica Festival, grazie alla collaborazione tra la Fondazione Donizetti, ente organizzatore del Festival su mandato dell'Amministrazione cittadina, e i commercianti della Città, darà vita a una serie di vetrine a tema, “vestite da teatro”: saranno esposti, ancora una volta, costumi e materiali di scena, a segnalare che la Città nel Festival si riconosce. Da quest'anno poi l'immagine del Festival “vestirà” la facciata del Teatro Donizetti, esaltandone il ruolo di principale palcoscenico della manifestazione, oltre che il ruolo di motore della vita culturale cittadina.

In cartellone anche due titoli lirici tratti dalla tradizione lirica di tutti i tempi, quella Cecchina ossia La buona figliola che segnò la consacrazione di Piccinni nell'agone drammatico dell'epoca, e la puccinana Madama Butterfly, titolo popolarissimo e sempre caro al grande pubblico.

Infine i balletti con orchestra dal vivo. Quest'anno due: il primo tratto dalla rossiniana Cenerentola affidato alla Compagnia Balletto di Milano, sulle tavole del Donizetti due anni fa in occasione di un apprezzatissimo Romeo e Giulietta; il secondo, celeberrimo Lo schiaccianoci, che chiuderà il cartellone del Festival la vigilia di Natale.

Il primo appuntamento con il palcoscenico è per venerdì 16 alle 20,30 mal teatro Donizetti con Gemma di Vergy.

e.roncalli

© riproduzione riservata