Martedì 31 Gennaio 2012

Le rivelazioni di Cristina Parodi
«20 anni fa mi cercò Tinto Brass»

Chi l'avrebbe detto? La ragazza di Alessandria laureata in Lettere moderne all'Università Cattolica di Milano, da vent'anni viso pulito e seria giornalista di Canale 5, poteva finire in un film di Tinto Brass. La Parodi ha deciso di rivelare un piccolo retroscena della sua carriera. Erano i primi anni '90, aveva lasciato da poco Odeon Tv ed era approdata nel mondo delle tv berlusconiane, grande vetrina dello showbiz. E fu subito notata: «Ho avuto un contatto per il cinema» racconta. Erano «i primi tempi di Canale 5, quando mi occupavo di sport. Mi è arrivata una telefonata in redazione: "Sono Tinto Brass, volevo chiederle se vuole fare un provino per il mio prossimo film..."».

La Parodi lo racconta con sincerità in un'intervista che compare sul numero di Grazia in edicola da oggi.All'inizio pensò che «fosse uno scherzo di qualche collega:"Sì, sì va bene" - ho detto riattaccando». Brass però non si è arreso e l'ha fatta richiamare da un suo assistente: «Era rimasto sorpreso dalla mia reazione». La Parodi, però, si negò per la seconda volta:«Non sono andata al provino, proprio non mi ci vedevo». Preferì evitare «scorciatoie» di facile richiamo e continuare la sua carriera di giornalista. Il film che Tinto Brass stava preparando era «Così fan tutte»: il regista milanese finì per arruolare Claudia Koll, assieme a Franco Branciaroli. Per quanto riguarda la possibilità, in futuro, di dirigere un tg, Cristina Parodi a Grazia dice con altrettanta chiarezza che non è tra le sue mire professionali: «Non credo sarei in grado: ci vuole un carisma che non ho. Amo fare, non dirigere. Però mi piacerebbe avere uno spazio per degli approfondimenti giornalistici» confida. I suoi programmi per il futuro sono di tipo molto diverso: «Sogno di avere un vigneto con mio marito» Giorgio Gori - dice: «Peccato che non lo realizzerò mai». Non sono sogni che «fan tutte». Ma in questo caso... Mai dire mai.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata