Mercoledì 24 Ottobre 2012

Teatro Sociale-La Casa delle Arti
Cartellone ricco: undici rassegne

Forte di due anni di programmazione, durante i quali ha avuto modo di consolidarsi nei contenuti e nei numeri (con presenze più che raddoppiate rispetto al 2010-2011), torna la Casa delle Arti, ovvero la stagione che l'Assessorato alla Cultura e Spettacolo del Comune destina al Teatro Sociale di Città Alta, secondo palcoscenico storico per Bergamo. E torna con un cartellone ricco di contenuti e novità, per un totale di 11 rassegne, una in più rispetto allo scorso anno.

Il cartellone 2012-2013, per la direzione artistica di Luigi Giuliano Ceccarelli, nel proporre contenuti «altri» rispetto a quelli propri del Donizetti, si distingue nel panorama teatrale regionale e nazionale per un'offerta artistica innovativa ed originale, concepita per rispondere alle esigenze di un pubblico sempre più composito e diversificato e per stimolare e accrescere l'interesse degli spettatori verso linguaggi, che sanno di sperimentazione e di contemporaneità.

Tre nuove rassegne andranno a «movimentare» ulteriormente il programma della Casa delle Arti: Teatri civili, progetto che, con la collaborazione del Teatro Prova e della compagnia teatrale Erbamil, propone una serie di spettacoli volti a sensibilizzare il pubblico verso tematiche a sfondo politico e sociale (il programma di questa rassegna sarà completato da un laboratorio, condotto da Fabio Comana e costruito a partire dal progetto europeo delle «Smart Cities»); Nuova Drammaturgia, in collaborazione con Araucaima Teater, volto a lasciare spazio ad autori e compagnie contemporanee nei temi e nello stile; I Cantieri di Teatro, una maratona di due giorni (11 e 12 maggio) che vedrà protagonisti autori, registi, attori, operatori del settore, impegnati in una serie di lezioni/performance, tavole rotonde, momenti d'incontro.

Come già negli scorsi anni, le 11 rassegne componenti il cartellone della Casa delle Arti 2012-2013 non si susseguiranno semplicemente, ma, intersecandosi tra loro, comporranno in modo diversificato ed originale l'anno artistico del Sociale stesso, ancora una volta realizzato in collaborazione con diverse realtà del territorio, che riconoscono ora la propria dimora proprio nel Teatro Sociale.

Con l'attenzione sempre rivolta al pubblico, con la volontà di consolidare il rapporto con chi già ha aderito alle proposte in cartellone e con il desiderio di allargare l'offerta a pubblici sempre nuovi, da quest'anno La Casa delle Arti prevede l'istituzione di tre differenti forme di abbonamento (in vendita dal 22 novembre alla biglietteria del Teatro Donizetti, aperta da lunedì a sabato dalle ore 13 alle ore 20).

Mini-abbonamento TEATRO VIVO
Spettacoli Esse di Salomé e Caleidoscopio d'Oriente

Abbonamento A (4 spettacoli): Gobo. Digital Glossary (rassegna Nuove tecnologie in scena). Casa dolce casa (rassegna Circo-Teatro). Linge Sale – Panni sporchi (rassegna Circo-Teatro). La pazzia di Isabella (rassegna Commedia dell'Arte);
Abbonamento B (5 spettacoli): Fratelli (rassegna Teatri Civili). Guerra (rassegna Teatri Civili). Finanza killer. Non con i nostri soldi (rassegna Teatri Civili). Atto finale – Flaubert (rassegna Nuova Drammaturgia). Angelica (rassegna Nuova Drammaturgia).

Infine, per agevolare anche l'accesso fisico al Teatro, si conferma anche per questa stagione la collaborazione con ATB: presentando al personale Atb il biglietto d'ingresso agli spettacoli in programma al Teatro Sociale per la Stagione della Casa delle Arti, si avrà accesso gratuito ai mezzi pubblici Atb (funicolare compresa) da e per Città Alta nei giorni di spettacolo, a partire da 2 ore prima dell'inizio dello stesso e fino a 1 ora dopo l'uscita dal Teatro.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata