Sabato 26 Gennaio 2013

Una batteria con secchi da muratore
Matteo impazza a «Italia's got Talent»

Sabato 19 gennaio, sul palco di «Italia's got Talent» in onda su Canale5, si presenta un ragazzo con i capelli biondi e lo sguardo simpatico. In mano, due bacchette e dietro di sé, una batteria classica e una composta da secchi da muratore. E' Matteo Manzoni, ha 18 anni, studia all'IISS Turoldo e arriva da Villa d'Almè.

«Dietro le quinte, ancora non ci credevo di essere a “Italia's got Talent”. Mi sembrava un sogno, invece ero lì davvero – racconta – Quando sono arrivato davanti al microfono, ho visto le tre “X” e i tre giudici ero molto emozionato, ma dopo aver risposto alle domande di Maria De Filippi e Rudy Zerbi mi sono rilassato».

Sul palco ha portato anche la sua prima batteria: «ho iniziato a suonare per caso quasi 5 anni fa – spiega – Un giorno, ho preso due legni e ho iniziato a batterli sui secchi di materiale da muratore di mio nonno. Poi, ho aggiunto altri oggetti come la pentola e in seguito mio padre mi ha costruito altre parti in modo più sofisticato con attrezzi e materiali da muratori. Per la promozione a scuola, i miei genitori mi hanno regalato una vera batteria».

A fine esibizione, il pubblico è esploso in un appaluso e i tre i giudici lo hanno promosso. Matteo è passato ed ora si attende di sapere quando si esibirà di nuovo. Dopo sabato? «la gente mi ferma e mi fa i complimenti e ho ricevuto quasi 900 richieste d'amicizia su Facebook».

e.roncalli

© riproduzione riservata