Giovedì 16 Maggio 2013

Al festival «deSidera»
oltre 20 appuntamenti

«E ora che sarà del mio viaggio? Troppo accuratamente l'ho studiato senza saperne nulla. Un imprevisto è la sola speranza. ma mi dicono che è una stoltezza dirselo». Gabriele Allevi ha citato Montale stamattina, mercoledì 15 maggio, nell'aula universitaria di via Pignolo, presentando il festival teatrale «deSidera», arrivato all'undicesima edizione, festival di cui Allevi è condirettore insieme a Luca Doninelli.

E proprio Allevi, Doninelli e Anna Maria Testaverde, docente universitaria, hanno presentato il festival durante un incontro con gli studenti che ha fatto anche da conferenza stampa. Il festival viene proposto da più dieci anni secondo due caratteristiche di base: viene offerto sul territorio, fuori dai teatri, dai circuiti ufficiali; il tema centrale è il sacro, il religioso, nel senso più ampio, e profondo. Quest'anno il festival è dedicato alla memoria di Benvenuto Cuminetti, docente universitario e per tanti anni direttore artistico della stagione teatrale del Donizetti.

La conferenza stampa è stata l'occasione per tenere una lezione agli studenti da parte di Luca Doninelli che ha spaziato da Shakespeare («quando avrete dei figli, raccontate loro le storie di Shakespeare, magari tradotte in fiaba, è importante») a Testori a Ronconi. Ha detto Doninelli: «Il teatro mi ha anche insegnato a guardare la crisi che stiamo vivendo in maniera diversa. "DeSidera" è nato nel 2003, quindi ha passato metà della sua vita nella crisi. Mi ha insegnato che la realtà è qualcosa di più grande della crisi, e che ciascuno di noi ha dentro grandi possibilità per viverla e andare oltre».

Quest'anno gli appuntamenti sono più di venti e scatteranno sabato 18 a Mapello sul sagrato del santuario della Madonna di Prada con l'esibizione del teatro Minimo: «Parabole di un clown... e Dio nei cieli ride!». Seguirà venerdì 24 maggio nella chiesa di San Giorgio ad Almenno San Bartolomeo «Passù» con Franca Grisoni e il quartetto «A voce Sola».

Per informazioni www.teatrodesidera.it

a.ceresoli

© riproduzione riservata