Lunedì 02 Settembre 2013

«Notti di Luce» apre in Sala Piatti
Un pianista e un soprano in Città Alta

La XVª edizione di «Notti di Luce» inaugura il suo cartellone in Città Alta nella Sala Piatti della Fondazione Mia, in Via S.Salvatore 6, con il concerto «Northen lights» con il duo Petra e Patrik Jablonsky.

Il programma del concerto è incentrato sulla musica di compositori scandinavi vissuti tra il XIX e il XX secolo la cui estetica si è distinta nel processo di riforma del sistema tonale accademico ormai giunto alle estreme conseguenze grazie all'opera di Wagner. Sibelius, di cui viene proposta una selezione di celebri songs, ha tratto nuova ispirazione dalla tradizione più antica, dagli antichi modi rimasti quasi inutilizzati nella musica colta successiva al medioevo, ma ancora vivi nella musica tradizionale e popolare.

Un percorso analogo è quello di Edward Grieg che ha contribuito notevolmente alla diffusione in Europa della musica popolare norvegese, di cui riuscì ad esprimere i sentimenti più intimi e crepuscolari con freschezza di immagini e naturalezza di linguaggio armonico, quasi preannunciando a volte certe soluzioni e tendenze musicali moderne, specialmente impressionistiche.

Patrik Jablonsky è un pianista di straordinario talento che si è esibito sia in concerti solitari sia come solista d'orchestra in tutto il mondo: Varsavia, Tokyo, San Pietroburgo, Praga, Bangkok, New York, Berlino, Los Angeles. Petra Jablonsky è una soprano duttile e virtuosa capace di spaziare dal repertorio operistico e sinfonico al songbook di Rogers&Hart. Entrambi vivono a Vasteras, una città svedese a nord di Stoccolma nota per la sua cattedrale di origini gotiche gemellata con Bergamo, grazie al progetto della Fondazione Mia Santa Maria Maggiore, Basilica dell'Europa Ecumenica.

Per i dettagli della programmazione consultare il sito www.nottidiluce.com. Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere all'Ufficio Relazioni con il Pubblico della Camera di Commercio di Bergamo, telefonando allo 035/4225291.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata