Giovedì 31 Ottobre 2013

Piccoli cinema a rischio chiusura
Dalla Regione arrivano 3 milioni

La Regione Lombardia ha messo a disposizione degli imprenditori cinematografici lombardi tre milioni di euro: serviranno per adeguare le sale  alle esigenze del mercato, in particolare all'avvento della distribuzione dei film non più su pellicola ma solo in formato digitale.

"Abbiamo approvato oggi questa importante delibera perché in questo momento storico il settore del cinema ha avuto una flessione negativa a livello nazionale (-10,68%) e per andare incontro alla necessità, entro il 2014, di adeguare le sale cinematografiche". Lo ha detto Cristina Cappellini, assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia.

VERSO UN NUOVO PUBBLICO - "Con questo provvedimento - ha detto ancora l'assessore Cappellini - la Giunta intende promuovere su tutto il territorio lombardo la sostenibilità finanziaria di progetti innovativi che soddisfino una domanda culturale in materia di spettacolo anche per un pubblico nuovo e più vasto, diversificato e internazionale in vista di Expo 2015".

FONDI ANCHE AI CINEMA ALL'APERTO - La delibera approva dunque i requisiti e i criteri per la predisposizione del bando per le domande di finanziamento sul fondo di rotazione per la ristrutturazione e l'adeguamento tecnologico delle sale cinematografiche e l'installazione di apparecchiature digitali.

La dotazione finanziaria di tre milioni di euro è suddivisa in tre comparti. Un milione e mezzo per ristrutturazione, adeguamento e messa in sicurezza delle sale. Un milione e trecentomila euro per l'acquisto e l'installazione di apparecchiature digitali adibite alla proiezione e duecentomila euro per l'acquisto e l'installazione di apparecchiature adibite alla proiezione per arene e cinema all'aperto.

BANDO ENTRO DICEMBRE - Il bando sarà pubblicato entro il 15 dicembre 2013. I destinatari sono soggetti pubblici, privati con personalità giuridica, comprese ditte individuali che operano nel settore dello spettacolo dal vivo e nel cinema.

r.clemente

© riproduzione riservata