Sabato 30 Maggio 2009

Kataklò, lo spettacolo incanta
il pubblico del Teatro Sociale

Kataklò: dal greco ballare contorcendosi. Venerdì al Teatro Sociale il pubblico, che ha occupato tutti i posti possibili, ha assistito a molto di più: in scena gli atleti dell’Athletic Dance Theatre di Giulia Staccioli, i Kataklò appunto, con «Play», uno spettacolo dedicato alla discipline sportive dei Giochi Olimpici.

Ricerca del gesto e della mimica teatrale uniti alla bellezza della fisicità, alla precisione dei movimenti, fanno di «Play» uno spettacolo intenso e emozionante, a tratti sapientemente alleggerito dall’ironia. Ciliegina sulla torta, già di per sé ottima, le musiche originali di Ajad, i costumi essenziali ma azzeccati di Sara Costantini e il disegno luci di Andrea Mostacchetti.

Scene intimistiche e liriche, come quelle della ginnastica artistica in cui l’attrezzo della palla rimanda alla fascino sognante della luna, si avvicendano ad altre più divertenti e ironiche o funambolesche: dal portiere di calcio sospeso a testa in giù che utilizza i pali della propria porta per eseguire esercizi di grande spettacolarità fino alla corsa che si tramuta in danza e all’incontro di scherma trasformato in passo a due.

Lo spettacolo ha aperto la 21ª edizione del Festival Danza Estate 2009: il prossimo appuntamento in cartellone è per il 14 giugno. In scena i solisti del Teatro alla Scala in “Gran Galà: classico e oltre” presentano in prima nazionale le coreografie di Simona Chiesa. A partire dall’8 giugno saranno aperte negli uffici del CSC Anymore, le prevendite per i prossimi quattro appuntamenti in cartellone.

Per info visitare il sito internet www.festivaldanzaestate.it, www.cscanymore.it oppure tel allo 035.224700.

r.clemente

© riproduzione riservata