Lunedì 17 Agosto 2009

Naèt sul lago, domenica 23 agosto
la penultima sfida per 27 equipaggi

Penultima tappa per il campionato remiero del lago d’Iseo, la sfida dei naèt, le tradizionali barche dei pescatori. Domenica 23 agosto i 27 equipaggi in gara si sfideranno nel centro rivierasco di Predore per il «Trofeo dell’Assunta».

L’appuntamento è alle 16 sullo specchio d'acqua antistante il lungolago Campitino con i 54 vogatori delle affusolate imbarcazioni ancor oggi usate dai pescatori del Sebino. In gara ci saranno equipaggi di Tavernola (in giallo), Paratico (in bianco), Predore (in blu) e Clusane e Iseo (in rosso).

La kermesse è organizzata dal «Gruppo vogatori amici del Naét» di Tavernola, «Gente del lago amici del Naét» di Predore e Gruppo sportivo Clusanina, con il sostegno di Pro loco di Tavernola, Comune di Paratico, Falegnameria Bonardi, Best-Gum, Italstock, Serigrafia Segno Pubblicità, Futuragomm, Cristinelli Impianti elettrici.

Tre le gare in programma: una per la classe “Germani” con i veterani del remo, una per la categoria “Marzaiole” con gli under 17 e una per il nuovo raggruppamento “Avannotti” con i giovanissimi dai 10 ai 14 anni.

Gli equipaggi saranno divisi in due gironi: il primo vedrà scendere in acqua i vogatori favoriti e il secondo quelli meno forti. Per i rematori under 14 è previsto un percorso andata e ritorno di 300 metri con un giro di boa, mentre i vogatori under 17 e veterani si cimenteranno in un programma “lungo” di 600 metri con tre giri di boa. La vittoria andrà a chi taglia per primo il traguardo.

Con la gara di domenica la sfida dei naècc entra nelle sue fasi decisive. Quella di Predore è la quinta delle sei tappe del Campionato e sarà un po’ il banco di prova per la finalissima, gara conclusiva organizzata dalla Pro Loco locale, che domenica 30 agosto a Tavernola deciderà i vincitori di questa edizione 2009.

Alla vigilia della sfida l’equipaggio favorito per il XX «Naèt d'or 2009» (premio riservato ai veterani del remo) è senza dubbio quello di Fabio Rinaldi e Nicola Foresti del «Tavernola» forti di tre successi consecutivi e sempre al comando delle classifica.

In pole position per la «Bandiera del lago 2009» (destinata ai vogatori under 17) ci sono Cesare Bosio e Matteo Caleffato del «Clusane», vincitori delle ultime due gare di Iseo e Clusane mentre la sfida per il «Remo d'oro 2009», riservata agli equipaggi under 14 si annuncia un testa a testa tutto bresciano tra il naèt «Iseo» con ai remi Denis Bracchi e Michele Marini e l’armo «Paratico» di Sergio Archetti e Francesco Tengattini.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI IN CALENDARIO
DOMENICA 23 AGOSTO - PREDORE ore 16
Lungolago Campitino “Trofeo dell’Assunta”

DOMENICA 30 AGOSTO - TAVERNOLA ore 16
Lungolago Finalissima valida per l’assegnazione del “Naèt d’Or 2009”, della “Bandiera del Lago 2009” e del “Remo d’oro 2009”

LA STORIA
Quest’anno il “Naèt d’or” compie 20 anni. Nata nel 1989 ad opera in particolare di Giovanni Pedrocchi, scomparso quattro anni fa, la gara è un appuntamento molto sentito sul lago che richiama moltissimo pubblico. Sostenuta dallo spirito campanilistico di ogni paese, originato dalla rivalità nella pratica della pesca rappresenta lo sforzo comune delle località rivierasche di promuovere l’immagine del Lago d’Iseo facendo riscoprire le antiche tradizioni locali. Nell’albo dell’assegnazione del trofeo “Naèt d’Or” compaiono Clusane, più volte vincitrice, Monteisola – vincitrice per tre anni – e Predore. Nell’albo delle vittorie di regata compaiono oltre Clusane, Monteisola e Predore anche Paratico e Tavernola.

LA GARA
Il programma prevede tre gare distinte a cronometro, per ogni giornata, una per ciascuna categoria. Gli equipaggi sono divisi in due gironi: il primo riunisce i vogatori favoriti e il secondo quelli meno forti. Per gli armi Avannotti con i piccoli dai 10 ai 14 anni è previsto un percorso andata e ritorno di 300 metri con un giro di boa; per i vogatori over 18 e gli under 17 un programma “lungo” di 600 metri con tre giri di boa. Le gare si svolgono sulle acque del lungolago a partire dalle 17. Vince chi taglia per primo il traguardo. Per questa edizione 2009 sono in sfida 27 equipaggi: 12 gareggiano nella categoria “Veterani”, 6 nel raggruppamento “Marzaiole” under 17 e 9 nel gruppo “Avannotti” (10-14anni). Gli equipaggi sono formati da due vogatori. La spinta del remo viene effettuata in piedi, alla maniera della doga veneziana, con l’ausilio di due lunghi remi.

LA BARCA
Il “Naèt” è la tipica barca da pesca del Lago d’Iseo. La linea lunga e affusolata, il fondo piatto e la voga alla veneziana ne fanno risalire le origini al periodo di dominio della Serenissima sui territori delle province di Bergamo e Brescia. Realizzata in legno, ancora oggi viene costruita artigianalmente dai maestri d’ascia di Montisola.

r.clemente

© riproduzione riservata