Martedì 15 Settembre 2009

«Desolata-Mente», al Polaresco
una mostra sull'abbandono

I Temi dell'abbandono e del degrado saranno i protagonisti, dal 17 al 27 settembre, di una mostra al Polaresco dal titolo «Desolata-Mente», esposizione composta da scatti fotografici, musiche, suoni ed un cortometraggio. Le opere intendono comunicare la strana sensazione che si prova a vivere nella mancanza di uno sguardo, di un saluto, nell’assenza di contatti e interazioni. Un esposizione sui generis, organizzata dal gruppo «Erore», fondato nel settembre 2007 dall'idea di quattro giovani che «avvertono il bisogno - spiegano nella loro presentazione - di un cambiamento del ritmo e dello stile di vita che impone questa società». Tramite l’arte cercano così di sfuggire alla routine per scovare nel quotidiano la curiosità verso la vita, mettendo a disposizione attraverso le loro forme di espressione, la traduzione delle emozioni, siano esse positive o negative.

Gli artisti in esposizione alla mostra del Polaresco sono Simone Marchi di Torre Boldone, fotografo e operatore video, Carlo Leone che si occupa principalmente di sperimentare l'espressione di percezioni attraverso il suono; Stella Asia Consonni, che studia fotografia a Londra e lavora come freelance in campo fotografico.

L’inaugurazione della mostra è prevista giovedì 17 settembre alle ore 19 in via del Polaresco,15 (zona Longuelo). Sarà possibile visitare l’esposizione tutti i giorni dalle 15 alle 19, il fine settimana dalle 19 alle 24.. Per informazioni 035/399674; www.giovani.bg.it

fa.tinaglia

© riproduzione riservata