Lorella Cuccarini perfida matrigna? A Bergamo arriva Rapunzel - video

Lorella Cuccarini perfida matrigna?
A Bergamo arriva Rapunzel - video

Dalla donna più amata dagli italiani alla perfida matrigna. Ecco il nuovo volto di Lorella Cuccarini, in un musical che piacerà ai bambini e divertirà i genitori. Al Teatro Creberg di Bergamo il 12 marzo alle 21 e il 13 marzo alle 16.

Dopo il trionfo della scorsa stagione - 60.000 spettatori solo a Roma -, Lorella Cuccarini torna come Madre Gothel in tutta Italia. In questa favola musicale così apprezzata da tutta la famiglia, e mai realizzata prima in teatro, Lorella Cuccarini è la cattiva, comica e affascinante matrigna.

Lo spettacolo in una sola stagione è già un classico dei musical e per tutti gli appassionati di questo genere. Si prospetta una tourné estera nel 2017, ulteriore motivo di orgoglio per il Teatro Brancaccio. Un altro successo che colleziona Maurizio Colombi, il regista alfiere in Italia dei family show.

La riuscita di questo spettacolo è dovuta alle idee inserite nella ri-scrittura della celebre fiaba e alle musiche tutte nuove, italiane e coinvolgenti come la Rapunzel Dance, romantiche come «Dove Sarai» o emozionanti come «Una suite a 5 stelle». La scelta azzeccata del cast ha avuto la sua importanza soprattutto nei ruoli principali, oltre a Lorella, il ruolo di Rapunzel e di Phil interpretati da Alessandra Ferrari e Giulio Corso.

Nella storia ci sono personaggi assolutamente inediti, come i due fiori parlanti, «Rosa e Spina» interpreatati da Alessandra Ruina e Martina Gabrielli, le sole amiche con cui Rapunzel può confidarsi quando è rinchiusa nella torre; oppure la guardia reale «Segugio», (Mattia Inverni) che parla in Grammelot e aiuterà il ladro Phil a liberare Rapunzel dalla tirannia di Madre Gothel; e lo specchio «Spiegel», che riflette la coscienza di Rapunzel e dà voce ai suoi desideri e pensieri più intimi, quelli che per paura non riesce ad esternare a Gothel. Una storia che aiuta a riflettere sull’importanza delle cose semplici che la vita regala.

La grande novità di questa stagione teatrale è la selezione dell’attrice che interpreterà il ruolo di Rapunzel bambina, scelta attraverso delle vere e proprie audizioni che si terranno in ogni città in cui lo spettacolo andrà in scena.

Il cast oramai conosciuto dai fans del musical, è composto da 18 performer fra ballerini, acrobati, cantanti e attori. Le scenografie imponenti e dal grande impatto visivo sono progettate da Alessandro Chiti e rappresentano una rilettura in chiave moderna dei luoghi e delle ambientazioni della favola classica. L’impianto scenico mostra oltre 15 quadri in continuo movimento grazie al lavoro di uno staff esperto di tecnici.

E per la prima volta in assoluto, una sorta di double-fiction in teatro: i personaggi si trasformano da disegni animati in video ai personaggi reali su palco in un continuo scambio tra realtà e cartoons.

Tra gli effetti speciali la lunga chioma intrecciata di Rapunzel, lunga sei metri, si illuminerà magicamente grazie ad un miriade di piccole magiche luci. La magia dei capelli non si ferma qui, poiché consentiranno alla principessa perduta di far salire e scendere dalla torre madre Gothel, grazie alla loro lunghezza di ben otto metri. Particolarmente suggestiva la scena in cui vengono fatte volare fra il pubblico le lanterne che ogni anno il popolo libera in cielo per ricordare la principessa scomparsa.

Nasce così un musical e anche un confronto tra Rapunzel, l’eroina positiva alla ricerca della sua vera identità, e l’eroina negativa, Madre Gotohell (Go-to-Hell), egoista e presa da se stessa, dal desiderio nefasto dell’eterna giovinezza, desiderio che la spingerà ad usare ogni mezzo pur di fermare lo scorrere ineluttabile del tempo.

I personaggi suggeriscono una riflessione sulla crisi adolescenziale e sul rapporto tra madre e figlia. Intorno alle due eroine vivono e si muovono vari personaggi: un re e una regina colti nella loro umanità; un ladro scanzonato e superficiale che si innamora e diventa eroe; un capitano pasticcione al comando di guardie imbranate; briganti e furfanti facili da soggiogare.

Info utili
Teatro Creberg Bergamo
Via Pizzo della Presolana - Bergamo
www.crebergteatrobergamo.it

Biglietteria
Via Pizzo della Presolana, 24125 - Bergamo
Tel.: +39 035 34.34.34
biglietteria@crebergteatrobergamo.it
Orari di apertura da mercoledì a sabato dalle 13.00 alle 19.00.Il giorno dello spettacolo la vendita apre 1 ora prima dell’inizio
Biglietteria online: www.ticketone.it
Punti vendita: Fiera di Bergamo – Via Lunga Bergamo Tel. 035.3230911;MediaWorld c/o Orio Center – Tel. 035.42.11.111


© RIPRODUZIONE RISERVATA