Lunedì 07 Maggio 2007

Abraham Yehoshua alla premiazione del Premio di Narrativa Bergamo

Sabato 12 Maggio, con la straordinaria partecipazione dello scrittore Abraham J. Yehoshua, scrittore e professore di letteratura comparata, Università di Haifa, si svolgerà la cerimonia di premiazione del vincitore della XXIII edizione del Premio Nazionale di Narrativa Bergamo. L’appuntamento è alle 17 nella sala Oggioni del Centro Congressi Giovanni XXIII La Giuria popolare quest’anno ha scelto il romanzo «S’è fatta ora» di Antonio Pascale, pubblicato da Minimum Fax. Nello spoglio delle schede di votazione, lo scorso 26 aprile, il libro vincitore ha preceduto con ampio margine «Ultimo piano senza ascensore» di Toni Fachini (Effigie), accreditato di 24 voti. Al terzo posto a pari merito, «Noi la farem vendetta» di Paolo Nori (Feltrinelli) e «Il Dio dei corpi» di Marosia Castaldi (Sironi), che hanno totalizzato 20 preferenze a testa. Più staccato invece, «Troppi paradisi» di Walter Siti (Einaudi) con 13 voti.
Il programma della giornata prevede una breve introduzione del Presidente di Sinapsi Gianvito Martino che presenterà la manifestazione articolata in due parti: la solenne premiazione del vincitore del Premio e a seguire la conferenza di Yehoshua.
Verranno assegnati anche il Premio per il miglior giudizio critico delle due categorie di giurati. All’autore del migliore giudizio critico, tra quelli espressi dai giurati con oltre 25 anni di età, andrà anche quest’anno il premio offerto dalla Banca Popolare di Bergamo - Gruppo BPU, e consistente nella collana «I Pittori Bergamaschi» pubblicata dall’istituto di credito. Al migliore giudizio critico espresso dai giurati con meno di 25 anni è invece destinato il riconoscimento intitolato al Credito Bergamasco, e consistente nell’opera in 35 volumi «I fondamenti – Cento libri per mille anni» pubblicata da Editalia.
Verrà anche proiettato un breve filmato in memoria di Giorgio Messori (vincitore della edizione del 2006) e recentemente purtroppo scomparso.
Lo scrittore vincitore del Premio riceverà un riconoscimento in denaro pari a duemila e cinquecento euro, mentre cinquecento euro andranno a ciascuno degli altri quattro autori finalisti di quest’edizione.

(07/05/2007)

a.campoleoni

© riproduzione riservata