Martedì 03 Aprile 2007

Al Creberg Teatro arriva Arbore

Il 22 aprile alle 21 al Creberg Teatro arriva in tour Renzo Arbore con la sua Orchestra Italiana: un’orchestra di 15 musicisti, tutti grandi solisti del proprio strumento (chitarre, mandolini, fisarmonica, pianoforte, tamburi, tamburelli e voci). Arbore, grande appassionato di tutta la musica e profondo estimatore della Canzone Napoletana Classica, con la sua Orchesta vuole valorizzare e rilanciare la Canzone Napoletana in Italia e all’Estero, attraverso la rilettura dei classici partenopei.
Il modello di partenza è quello un po’ naif delle orchestre napoletane dei primi del secolo, dove le voci ricche di pathos dei cantanti si sposavano con i ritmi e i suoni coinvolgenti delle strade di Napoli. Recuperato in prima fila il suono dei mandolini, Arbore sperimenta anche originali contaminazioni con alcune sonorità e ritmi rock, blues, country, reggae e sudamericani. L’esperimento, che ormai dura da diversi anni e che ha raccolto successi in Italia e all’estero, immette nuove energie ritmiche a supporto di inedite ed accattivanti sonorità e riesce a riportare all’attenzione del grande pubblico, italiano ed estero, la melodia classica napoletana, come musica di oggi, ancora viva e capace di esprimere le emozioni più intense e travolgenti.

In virtù dell’importanza dell’evento anche Oriocenter, sponsor ufficiale della tappa bergamasca del tour di Arbore ha messo a disposizione una prevendita appositamente allestita presso l’Info Point presente al primo piano in galleria centrale.
I biglietti saranno già in vendita a partire da mercoledì 11 aprile nelle seguenti fasce orarie:
•da lunedì a giovedì: dalle ore 11.00 alle ore 14.00
•venerdì e sabato:dalle ore 11.00 alle ore 21.00
•domenica:dalle ore 11.00 alle ore 20.00
Costo dei biglietti (al netto di prevendita): 1° settore € 60,00, 2° settore € 50,00, 3° settore € 40,00.
E, per tutti coloro che vorranno acquistare i biglietti presso l’Info Point, Oriocenter riserverà una simpatica e utile sorpresa.

(03/04/2007)

a.campoleoni

© riproduzione riservata