Venerdì 15 Febbraio 2008

Altri percorsi: via a 12 iniziative con «Fra case di tutti i giorni»

«Fra case di tutti i giorni»: è il titolo del cartellone di iniziative collaterali alla rassegna di Altri Percorsi che il teatro Donizetti propone per il quarto anno consecutivo. Negli anni scorsi la tematica affrontata era stata quello dello straniero e dell’immigrazione, Tracce straniere nel 2005 e nel 2006 e Città luogo d’incontro nel 2007: per questa edizione l’attenzione è rivolta al tema della casa e dell’abitare in tutti i suoi aspetti (come spazio, come luogo di affetti, d’incontro) che è anche il tema conduttore di Altri Percorsi 2008.

Un cartellone ricco di laboratori teatrali, spettacoli, incontri d’arte e di lettura, feste e momenti di aggregazione: 12 progetti in tutto che spazieranno dall’arte al teatro, alla musica. La partecipazione a tutte le iniziative sarà gratuita.

Il primo appuntamento – Abitare la città che cambia - è iniziato qualche giorno fa con il Gruppo Guide Città di Bergamo che nei sabati di febbraio (il 9, 16 e il 23) proporranno un ciclo di tre itinerari nei quartieri di Loreto, Monterosso e Finardi che, nel corso degli ultimi decenni, hanno vissuto grandi cambiamenti e trasformazioni. 
 
Il progetto Abitare nelle città: un nido per gli uccelli dei nostri parchi, che coinvolge il Museo di Scienze naturali, è invece un tentativo di focalizzare l’attenzione sulla nidificazione degli uccelli nella nostra città e si rivolgerà ai bambini della scuola primaria dimostrando come la scarsità di alberi rende sempre più difficile trovare una “casa per tutti i giorni” in un ambiente urbano. Offrendo alle scuole le cassette-nido da collocare in giardino – che verranno distribuite dalla metà di febbraio – i bambini potranno comprendere gli aspetti della nidificazione degli uccelli. Tra marzo e giugno, infatti, potranno registrare le date di nidificazione.

Un’iniziativa per i bambini è anche quella offerta dalla Biblioteca Tiraboschi: Grandi storie per piccoli lettori; incontri con gli autori alla biblioteca Tiraboschi è il titolo di due incontri che si terranno in biblioteca – venerdì 14 marzo alle 17 per i piccoli dai 5 ai 7 anni, e sabato 29 marzo alle 16 per i bambini dai 6 agli 8 anni – e che vedranno la partecipazione di due autrici, Emanuela Nava e Nicoletta Costa (che ha inventato le storie di Giulio Coniglio). Per entrambe gli incontri è obbligatoria la prenotazione (035-399161).  

Domenica 16 marzo, invece, il laboratorio musicale interculturale Akwaba – una band nata all’interno dell’associazione L’Arcobaleno e dell’oratorio di Colognola, che si è anche esibita durante il corteo di Carnevale in Città Alta, proporrà la Festa di Primavera: l’appuntamento è alle 15, all’oratorio di Colognola. 

La casa interiore, progetto teatrale per raccontare l’esperienza, il luogo, le azioni delle suore domenicane di clausura Matris Domini è il titolo di un laboratorio di ricerca teatrale, curato da Chiara Magri del Teatro del Vento, che vuole indagare e scoprire un mondo – quello di clausura – che vive parallelo alla città. Verranno raccolte testimonianze dirette, pensieri, preghiere che si concretizzeranno in uno spettacolo che coinvolgerà le stesse suore del convento, che parteciperanno con la loro più forte espressione del mondo contemplativo: il canto. Tre attrici – Barbara Menegardo, Cristina Caio e Chiara Magri – racconteranno tre fasi della vita (quella di una ragazza adolescente, di una giovane e di una donna) all’interno del convento. Lo spettacolo sarà presentato lunedì 24 marzo alle 21 al Convento Matris Domini.

Un viaggio tra le case e i palazzi storici della città sarà proposto da A.G.I.A.T. Le case di Bergamo è il titolo del ciclo di tre itinerari per riscoprire la città. I percorsi guidati in Città Alta e nel centro città si svolgeranno domenica 30 marzo, domenica 13 aprile e sabato 26 aprile alle 15.30.

Sempre ad aprile l’Associazione Gruppo Guide Giacomo Carrara proporrà due conferenze legate al tema La casa dei dipinti. Dallo studiolo alle gallerie, alla casa museo che offriranno un approfondimento sulla nascita dei Musei: dai piccoli studioli dei grandi protagonisti del Rinascimento Italiano, alle Wunderkammer, alla nascita del collezionismo all’allestimento delle primi Musei. Gli incontri si svolgeranno al Museo dell’Accademia Carrara sabato 12 e sabato 19 aprile alle 15.30.

Posso entrare? Progetto Moran è il laboratorio teatrale che anche quest’anno il Teatro Prova organizza per i ragazzi del centro san Giorgio. Un lavoro che raccoglie le azioni e le atmosfere della vita domestica dei giovani di diverse culture: diversi i modi di cucinare, di vestirsi, di pregare che si mescolano all’interno di una casa. Questo progetto di Silvia Barbieri (a cura di Max Brembilla e Cristina Zanetti con la consulenza di Michele Ferrari de La fabbrica dei sogni) diventerà uno spettacolo che sarà presentato domenica 20 aprile alle 18 al teatro san Giorgio. 

A maggio si parlerà invece di archeologia. Maggio Archeologico 2008 dedicherà tre incontri all’esplorazione di alcuni modelli abitativi del passato. Casa dolce casa, viaggio tra antiche mura domestiche è il titolo di questo ciclo d’incontri che avranno luogo nei mercoledì 14, 21 e 28 maggio alle 21 nella sala Curò, in piazza Cittadella.

Costruire maschere con cassette di frutta, usando oggetti poveri di riciclo quotidiano e muoverle al passo di ritmi tribali è il progetto Maschere in gioco proposto dalla Compagnia Brincadera che coinvolgerà i ragazzi dei centri di aggregazione giovanile dei quartieri di Celadina e Boccalone. Il laboratorio si pone come obiettivo la realizzazione di un corteo-parata durante il quale i partecipanti attraversano le vie della città cantando e suonando. La parata verrà presentata nel pomeriggio di domenica 18 maggio durante la tradizionale Festa della Clementina. 

Un laboratorio teatrale coinvolgerà anche quest’anno il Centro Eda di Redona. Albino Bignamini di Pandemonium Teatro aiuterà i ragazzi a riscoprire il mondo dentro e fuori le pareti domestiche. Il laboratorio si concretizzerà in uno spettacolo che verrà presentato venerdì 30 maggio alle 21 all’Auditorium di piazza Libertà.

Abitare. Scuola di alfabetizzazione è il progetto della Comunità Ruah. Quest’anno tutti i servizi della Comunità ruotano attorno al tema dell’abitare, scelto perché chiama in causa questioni importanti come quello dell’identità, dell’appartenenza, del confronto fra culture. Il lavoro avrà come filo conduttore il tema della casa come luogo di accoglienza, rifugio, incontro e caratterizzerà anche la tradizionale Festa della Comunità Ruah che si svolgerà dal 1 al 7 giugno nelle sede di via Gavazzeni.

(15/02/2008)

r.clemente

© riproduzione riservata