Aspettando le note di Bergamo Jazz Si inaugura la mostra di Bergamelli
Gianni Bergamelli (Foto by a)

Aspettando le note di Bergamo Jazz
Si inaugura la mostra di Bergamelli

In attesa che inizi la grande kermesse musicale di marzo, sabato 16 febbraio alle ore 18, al Centro Culturale San Bartolomeo, si inaugura la mostra pittorica di Gianni Bergamelli «Jazz In Bergamo 1969-2019», il cui titolo rimanda all’anno della prima edizione del festival jazz cittadino.

La mostra, organizzata in collaborazione con Fondazione Teatro Donizetti e inserita nell’ambito degli eventi di “Aspettando Bergamo Jazz”, sarà visitabile dal pubblico a partire da domenica 17 febbraio e fino a lunedì 4 marzo, nei seguenti orari: ore 10.00-12.00 e ore 16.00-19.30. Musicista per diletto, pittore per professione, Gianni Bergamelli è personalità di spicco della vita musicale e artistica bergamasca: nato a Nembro nel 1930, si è avvicinato alla musica insieme al più illustre dei suoi concittadini, nonché suo grandissimo amico, Gianluigi Trovesi, con il quale tuttora suona con frequenza. La prima mostra pittorica di Gianni Bergamelli risale al 1968, alla Galleria di Via della Spiga di Milano e da allora l’attività di artista visivo non si è mai interrotta, cercando e trovando un punto di incontro ideale con la musica e con il jazz in particolare.

Un opera di Gianni Bergamelli

Un opera di Gianni Bergamelli

La mostra allestita al Centro Culturale San Bartolomeo, alla quale è associato un ricco libro-catalogo che reca in copertina un Louis Armstrong “cubista”, riunisce opere concepite come “ritratti” di famosi musicisti, o meglio “musicanti”, come lo stesso Bergamelli ama definirli accostandoli agli angeli che suonano la tromba. Si va quindi da Frank Sinatra al violinista Joe Venuti, dal vibrafonista Lionel Hampton al batterista Elvin Jones, dal sassofonista inglese John Surman a un anonimo pianista da “Piano bar”. Il tutto nel solco di un originale gesto pittorico che, mediante l’uso di vernici per carrozzerie di automobili, si trasforma in oggetto materico, sempre dai colori forti, vivaci. In esposizione anche i manifesti che Gianni Bergamelli ha creato espressamente per il festival Bergamo Jazz e una serie di fotografie che ricordano i molti concerti jazz ospitati negli anni Settanta al Centro Culturale San Bartolomeo.

www.teatrodonizetti.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA