Astino, il gioiello torna a brillare Guarda il video dentro il monastero

Astino, il gioiello torna a brillare
Guarda il video dentro il monastero

Sabato 16 maggio l’apertura.L’antico complesso è tornato a splendere con il lavoro certosino degli operai e dei restauratori della General Casa e dello studio restauri Formica.

Dopo la chiesa del Santo Sepolcro inaugurata nel 2013, da sabato per i sei mesi dell’Expo il complesso sarà aperto (gratuitamente) al pubblico, tutti i giorni (eccetto lunedì) dalle 10 alle 20 e in alcune occasioni fino alle 22.

Pareva un’impresa titanica solo cinque mesi fa, quando sono iniziati i lavori di recupero dell’ex convento, fondato attorno al 1070. La Fondazione Mia ha investito 3,5 milioni euro (dopo i 7,2 spesi per il recupero della chiesa e la messa in sicurezza del complesso) ed energie che hanno consentito di centrare l’obiettivo. L’inaugurazione si terrà sabato alle 12, alla presenza del ministro Maurizio Martina.

Nel frattempo, giovedì 14 maggio, sarà inaugurata la «Valle della biodiversità», un anfiteatro verde dietro al monastero di Astino. La partenza della navetta è alle 11,30 da Palafrizzoni. Ci saranno il sindaco Giorgio Gori e l’assessore regionale all’Ambiente Claudia Terzi. Interverranno il vicepresidente del Parco dei Colli Angelo Colleoni, l’assessore all’Ambiente Leyla Ciagà, l’assessore alla Mobilità Stefano Zenoni, il presidente di Atb Alessandro Redondi con il direttore Gianni Scarfone.


Due pagine su L’Eco di Bergamo in edicola il 13 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA