Bergamo riabbraccia i Buskers Con una novità: Borgo Palazzo

Bergamo riabbraccia i Buskers
Con una novità: Borgo Palazzo

Giunta alla sua 5ª edizione, la kermesse lascia la location storica di Borgo San Leonardo.

Torna a Bergamo il Buskers Festival, giunto oramai alla sua quinta edizione. La kermesse d’arte di strada avrà quest’anno un nuovo palcoscenico: dopo le prime edizioni in Borgo San Leonardo, domenica 24 settembre si potranno ammirare le performance degli artisti in Borgo Palazzo, nella giornata della tradizionale festa organizzata dall’associazione Le Botteghe di Borgo Palazzo.

«Il festival è un patrimonio della città di Bergamo, funziona ovunque e ci teniamo che tocchi diversi luoghi – spiega il direttore artistico Marco Pesce –. Tuttavia non si tratta di un trasferimento, bensì dell’inizio di una collaborazione tra la direzione del festival e due realtà associative, quella di Borgo San Leonardo e Le Botteghe di Borgo Palazzo, con l’obiettivo di far crescere la manifestazione e creare, per il prossimo anno, un evento che superi i confini del singolo borgo e si espanda nel centro cittadino».

Proposto per la prima volta a Bergamo nel 2012 dall’associazione Borgo San Leonardo, il Buskers Festival ha raccolto negli anni un crescente consenso, fino all’apice del 2016 con la presenza di numerosi artisti internazionali e il pieno di pubblico. L’edizione di quest’anno si presenterà in una forma diversa rispetto al solito:«Sarà una sorta di vetrina – dice Pesce - un tocco d’arte concentrato per motivi organizzativi, visto che abbiamo deciso di creare questa sinergia condividendo spazi e tempi con le altre iniziative».

Domenica 24 settembre a Borgo Palazzo si esibiranno diversi artisti, tra cui Gianluca Gerardo Gentiluomo con le sue evoluzioni sulla struttura per corda aerea, il duo composto da Alessio Burini e Chiara Gregorin con danze acrobatiche e roue cyr e il gruppo degli Assaltinbranco itineranti.I più piccoli non potranno resistere al Payaso Loco, ovvero il clown Riccardo Zapata Beghelli, mentre la postazione del Circo Medini sarà un vero è proprio tuffo nel passato, ai tempi del piccolo circo di famiglia. In piazza S.Anna e nella piazzetta rossa si alterneranno spettacoli sino al tardo pomeriggio, mentre nel corso di tutta la giornata ci saranno esibizioni itineranti per il Borgo. «L’immediatezza dell’arte di strada, la sua magia e la sua energia sono in perfetto accordo con lo spirito della Festa del Borgo – dice Nicola Viscardi, presidente dell’associazione di Borgo Palazzo– . La collaborazione tra le associazioni garantisce una sinergia volta a valorizzare il sistema dei borghi della nostra città, recuperando anche dimensione di festa e condivisione delle piazze».

«I tempi oggi sono maturi perché Bergamo diventi uno tra i punti di riferimento per l’arte di strada in Italia e all’estero, ed una manifestazione come il Buskers Festival può rivelarsi un ottima occasione per iniziare a spingersi verso un impostazione più artistica - dice Pesce -. La nostra città, con la sua tradizione di spettacoli, ha grandi potenzialità; e’ arrivato il momento di proiettarsi verso il futuro: e’ questa la mia sfida e la direzione in cui lavorerò insieme a coloro che fino ad oggi hanno sostenuto e condiviso l’organizzazione del Buskers Festival».

«Finalmente Bergamo sta riscoprendo la bellezza dell’intrattenimento artistico - conclude Marco Pesce - recuperando e apprezzando anche la dimensione di festa e condivisone, quella che anima le strade e le piazze, e permette ai cittadini di vivere davvero la propria città, attirando anche visitatori da altre paesi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA