Bergamo Underground, una mostra
svela i percorsi misteriosi dell’acqua

La mostra Bergamo Underground, da martedì al Museo Civico di Scienze Naturali di Città Alta, ripercorre il lungo viaggio delle acque bergamasche attraverso luoghi spesso inaccessibili.

Bergamo Underground, una mostra svela i percorsi misteriosi dell’acqua

Parliamo di gigantesche cisterne, chilometri di cunicoli, vasche di decantazione e pozzi. Il mondo dell’acqua nascosto e misterioso.

La mostra sarà inaugurata alle 17,30 di martedì, nelle sale del museo di piazza Cittadella, a ingresso gratuito. Bergamo Underground propone 24 rilievi di sotterranei realizzati dallo speleologo Luca Dell’Olio.

Si tratta di una parte del fondo che l’autore ha donato nel 2013 alla sua città. Un video, appositamente realizzato dallo speleologo Giorgio Tomasi per questa mostra, rivela la bellezza del paesaggio sotterraneo di una città e della sua invisibile acqua.

Presente anche un interessante filmato storico dell’Istituto Luce, «La città ha sete» di Luciano Emmer: il filmato, realizzato nel 1943, documenta l’avanzamento del sistema di distribuzione degli acquedotti urbani.

Sarà possibile anche prendere parte a escursioni in città per vedere dal vivo alcuni di questi spazi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA