Città Alta, continua Arcate d’Arte Tra teatro indiano e «00 residency»

Città Alta, continua Arcate d’Arte
Tra teatro indiano e «00 residency»

Interessante fine settimana per la rassegna del Teatro Tascabile che porta il teatro tradizionale indiano nel chiostro del Carmine.

Il tema conduttore dell’edizione 2017 riguarda l’insuperata dialettica fra teatro europeo e teatro asiatico, tra arte occidentale e arte orientale. Arcate d’Arte - consonanze di teatro, cultura e arte, in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Bergamo, intende definire il chiostro del monastero del Carmine, sede del TTB, come luogo dedicato alla integrazione e condivisione delle differenti discipline artistiche, un luogo di sperimentazione e contaminazione dove esperienze diverse e all’apparenza lontane possano incontrarsi in una casa comune. Per questo il TTB coinvolge nella sua programmazione Contemporary Locus per le arti visuali, Lab80 film per il cinema, e da quest’anno l’inedita collaborazione con CSC Anymore-Festival Danza Estate.

Il primo appuntamento del fine settimana è fissato per sabato 1 luglio alle 17, in collaborazione con Contemporary Locus, Festival Danza Estate e NAHR Art&Habitat Resident in «00 RESIDENCY_stone&rock» Con Francesco Fonassi (invitato da Contemporary Locus), Urs Stauffer (invitato da Festival Danza Estate | CSC Anymore), Rosa Da Lima Iannone (invitata da TTB Teatro tascabile di Bergamo).

00 residency stone&rock

00 residency stone&rock

00 RESIDENCY è un nuovo progetto di residenze d’artista che nel 2017 si sviluppa nel contesto naturalistico della Val Taleggio, favorendo la relazione fra pratiche e ricerche artistiche (arti visive, danza, teatro) in un tessuto ambientale e di ricerca sensibile al tema della natura quale fonte di ispirazione e misura delle risorse disponibili. Con l’obiettivo di un incontro tra discipline, 00 RESIDENCY ha previsto la chiamata di tre artisti provenienti da diversi ambiti che stanno svolgendo specifiche esperienze di ricerca, sperimentazione, scambio e relazione, convivendo per una settimana nell’habitat naturale delle Alpi Orobie. Il tema, stone&rock, prende spunto dal programma internazionale multidisciplinare di residenza estiva inaugurato nel 2015 da NAHR che ogni anno invita ricercatori e studiosi ad approfondire temi legati ad un elemento naturale. Sabato 1 luglio ore 17 sede del TTB, restituzione pubblica dell’esperienza. INGRESSO GRATUITO fino ad esaurimento posti. Per seguire il progetto visitare i siti teatrotascabile.org, nahr.it, contemporarylocus.it e le pagine Facebook e Instagram della residenza.

Si continua domenica 2 luglio alle 21.30 con KUTIYATTAM. MILLE ANNI DI TEATRO INDIANO . Compagnia Nepathya. Attori: Marghi Madhu Chakyar, Dr. Indu G., Nepathya Sreehari Chakyar. Musicisti: Kalamandalam Manikandan, Nepathya Jinesh, Kalanilayam Rajan, Dr. Indu G. (India).

Il Kutiyattam (letteralmente “recitare insieme”) è una delle più illustri testimonianze del rigoglio teatrale di una fecondissima regione dell’India sud-occidentale, il Kerala. Schematizzando, si può affermare che il Kutiyattam è l’antenato del più celebre Kathakali. Un tempo eseguito esclusivamente all’interno del Kuttampalam (lo speciale teatro di cui alcuni templi sono dotati) dai membri della casta dei Chakyar (i discendenti dei mitici sutas, o cantastorie, ricordati nel Mahabharata), il Kutiyattam negli anni ‘50 è uscito dal perimetro sacro del tempio per sfuggire ad una sicura estinzione. In quanto unica forma ancora esistente di teatro tradizionale sanscrito nell’intero sub-continente indiano, nel 2001 il Kutiyattam è stato dichiarato dall’UNESCO “bene immateriale dell’umanità”.

La compagnia Nepathya è composta da attori, suonatori e truccatori che si sono formati sotto la guida diretta dei celebri Chakyar Moozhikkulam Kochukuttan e Ammanur Madhavacharya. Il suo lavoro consiste sia nella conservazione dello stile più classico Kutiyattam che nella ricerca di nuove modalità espressive; ha contribuito alla diffusione del Kutiyattam nel mondo attraverso le numerose tournèe mondiali; collabora con l’Università di Gerusalemme e Tübingen per la documentazione e lo studio di questa antichissima forma di teatro. Dalle 18.30 alle 20.30 è possibile assistere al trucco ed alla vestizione degli attori.

Ingresso: intero 15 euro, ridotto 13 euro (under 25, over 65, soci Lab80) INFO: Prenotazione consigliata tel. 035.242095, [email protected] In collaborazione con Ulisse Fest. TTB Teatro tascabile di Bergamo – Accademia delle Forme Sceniche, monastero del Carmine, Via Colleoni 21, Bergamo Alta. Tel. 035.242095, 366.6661347, [email protected], www.teatrotascabile.org. In caso di maltempo le attività si terranno negli spazi interni del Tascabile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA