Contemporary locus alla (ri)scoperta della magia del monastero del Carmine

Contemporary locus alla (ri)scoperta
della magia del monastero del Carmine

Dal 25 giugno un nuovo progetto espositivo dedicato all’arte contemporanea in uno degli spazi più belli di Città Alta.

Contemporary locus – luoghi riscoperti dall’arte contemporanea – presenta un nuovo progetto espositivo all’interno del Monastero del Carmine, uno dei più antichi e segreti di Bergamo. Per la prima volta il monastero sarà, da maggio a ottobre 2015, il centro di manifestazioni artistiche, teatrali, cinematografiche e musicali promosse e coordinate dal Ttb, Teatro Tascabile di Bergamo, che ha chiamato l’associazione contemporary locus per realizzare un progetto site specific.

Il Carmine

Il Carmine
(Foto by Mario Albergati dal sito di Contemporary locus)

Contemporary locus 8, a cura di Paola Tognon, invita in questo caso tre artisti internazionali, Evgeny Antufiev (Kyzyl, 1986), Etienne Chambaud (Mulhouse, 1980), Berlinde De Bruyckere (Gent, 1964). insieme a una «scultura sociale», l’Atelier dell’Errore, progetto artistico relazionale al servizio della Neuropsichiatria Infantile dove da 13 anni si disegnano sempre e solo animali. Il luogo, la sua storia, così come la concomitanza con la riflessione aperta dai temi dell’Expo, hanno suggerito un tema specifico per questo ottavo progetto: la relazione tra uomini e animali, attraverso il punto di vista dell’arte.

#setupiniziamo ad allestire #contemporarylocus8 con noi, Denny Service e il Teatro Tascabile Di Bergamo

Posted by contemporary locus on Mercoledì 17 giugno 2015

Il percorso espositivo nasce dalla selezione di opere che, nell’esprimere contraddizioni e fantasmi, raffigurazioni antropomorfiche, artefatti e manufatti, pongono interrogativi che riposizionano criticamente il concetto di appartenenza e differenza. Appuntamento dal 25 giugno (inaugurazione alle 19) al 26 luglio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA