«Dieci piccoli indiani» al Donizetti Il capolavoro della Christie a Bergamo

«Dieci piccoli indiani» al Donizetti
Il capolavoro della Christie a Bergamo

Da martedì 7 a domenica 12 febbraio (ore 20,30; domenica ore 15,30) è in cartellone al Teatro Donizetti, nell’ambito della Stagione di Prosa 2016/2017, il capolavoro di Agatha Christie «Dieci piccoli indiani…e non rimase nessuno».

Gli intrighi di uno dei più celebri romanzi gialli saranno portati in scena da Ivana Monti, Giulia Morgani, Pierluigi Corallo, Caterina Misasi, Pietro Bontempo, Leonardo Sbragia, Mattia Sbragia, Luciano Virgilio, Alarico Salaroli e Carlo Simoni, per la regia dello spagnolo Ricard Reguant. La sera di martedì 7 sarà eccezionalmente presente in platea – e per la prima volta in Italia - Matthew Prichard, nipote di Agatha Christie e attuale presidente della Agatha Christie Limited, società che detiene i diritti editoriali della celebre scrittrice inglese.

Scritto nel 1936 e pubblicato nel 1939, 10 piccoli indiani è considerato ancora oggi il capolavoro letterario di Agatha Christie, tanto che anche la cinematografia è piena di rimandi a questo romanzo, e a molti altri, della regina del giallo; basti pensare al film di René Clair con un cast d’epoca eccellente, oppure a tutti quei film successivi che adattavano il plot della storia a versioni più moderne. Un romanzo nel quale la Christie diede sfogo ad una vicenda piena di intrigo e suspense che trova il suo apice in un finale tra i più elettrizzanti e spiazzanti mai scritti, capace di tenere il lettore con il fiato sospeso fino all’ultima pagina. L’uso della filastrocca infantile ribadisce il clima angosciante che pervade tutta la narrazione e che si manifesta tra i due poli contraddittori della colpa e dell’innocenza.

Nel 1943 la Christie si accinse ad adattare 10 piccoli indiani per Broadway, dove sarebbe rimasto in programma per 426 repliche: a differenza della versione teatrale della Christie, che aveva cambiato il finale con un lieto fine, nella versione in scena al Teatro Donizetti è stato ripristinato, in accordo con la stessa Agatha Christie Limited, il finale come nell’originale del 1939, con lo stesso svolgimento mozzafiato.

«Questa nuova versione teatrale si adatta ai tempi e all’estetica del momento facendo godere il pubblico nella ricerca dell’enigma preparato dalla signora Agatha; questi dieci “piccoli indiani” bloccati nell’isola sono vittime o assassini? Questa è la stessa domanda che la scrittrice pone a se stessa mostrando al pubblico il lato nascosto di una classe borghese e aristocratica mischiati insieme in un’unica arena, rivelando le proprie carenze facendoli confrontare e sbranarsi per la sopravvivenza fino a diventare esseri volgari e ordinari. Sembra quasi una vendetta della stessa Christie verso una classe dirigente nella società inglese in cui la stessa scrittrice vive agiatamente e dalla quale vuole evadere costringendosi a diventare lei stessa la carnefice verso i suoi personaggi», osserva il regista Ricard Reguant, la cui versione è stata rappresentata con grande successo a Madrid e Barcellona per poi venire ripresa in Italia con altrettanto favore di pubblico.

INFORMAZIONI E BIGLIETTERIA
Biglietteria Teatro Donizetti:
tel. 035.4160 601/602/603 da martedì a sabato ore 13-20
Acquisti on line su vivaticket.it.
Costo dei biglietti da 12€ a 28€, ridotto da 10€ a 22€.
www.teatrodonizetti.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA