Mercoledì 27 Dicembre 2006

D’Angelo e Monti: al Donizetti c’è «Indovina chi viene a cena?»

Fine anno in allegria al teatro Donizetti di Bergamo. Venerdì 29 dicembre alle 20.30 la Gi.ga srl – Noctivagus porterà in scena «Indovina chi viene a cena?» di William Rose con Gianfranco D’Angelo e Ivana Monti. La regia è di Patrik Rossi Gastaldi, le scene di Alessandro Chiti, i costumi di Graziella Pera. La commedia è in cartellone fino a domenica 7 gennaio. Gli spettacoli avranno inizio alle 20.30, la domenica alle 15.30 (inoltre, per domenica 31 dicembre è in cartellone una replica fuori abbonamento con inizio alle 20.30).

I biglietti
I biglietti sono in prevendita alla biglietteria del teatro Donizetti aperta dal lunedì al sabato dalle 13 alle 20.30 e la domenica dalle 14 alle 15.30. Costo del biglietto: da 28 euro (più prevendita 10%) per platea e palchi a 12 euro (più prevendita 10%) per la seconda galleria. I biglietti acquistati lo stesso giorno di spettacolo non saranno caricati del diritto di prevendita. 

La storia
Film del 1967 (regia di Stanley Kramer) che valse a William Rose la statuetta per il soggetto e la sceneggiatura e a Katharine Hepburn come protagonista (insieme a Spencer Tracy, al suo ultimo film) «Indovina chi viene a cena?» diventa una commedia teatrale portata in tournée da Gi.Ga srl e da Noctivagus (ha debuttato un mese fa al teatro Manzoni di Milano e fino ad aprile toccherà moltissime piazze italiane).

Gianfranco D’Angelo e Ivana Monti, diretti da Patrick Rossi Gastaldi, portano in scena la commedia che per eccellenza analizza le problematiche di un matrimonio misto: Gianfranco D’Angelo e Ivana Monti infatti sono due genitori – un proprietario di un giornale e una gallerista d’arte che abitano nella baia di san Francisco - alle prese con la figlia che annuncia di voler sposare un uomo di colore, un medico con mille titoli accademici. Loro, comunque sconvolti, sono di vedute molto aperte, meno facili invece sono i genitori dello sposo, diffidenti e quasi razzisti. Ma per volere della ragazza si ritrovano tutti riuniti in una cena che non inizia sotto i migliori auspici.

Un testo – l’adattamento è di Mario Scaletta che, lasciando intatte le tematiche, ha adeguato il lessico a tempi più moderni – che mostra con ironia e sentimento il tema del razzismo.
 
Al fianco dei protagonisti, Emanuela Trovato, nel ruolo della figlia , e Timothy Martin, nel ruolo del fidanzato. Howard Ray e Mari Hubert interpretano la coppia di consuoceri mentre Fatimata Dembele è l’invadente governante di colore. Moderatore delle discussioni, complice della razionalità, ma anche dell’amore Mario Scaletta, nel ruolo di Padre Ryan.

(27/12/2006)

r.clemente

© riproduzione riservata