Due giorni di grande ritmo - video A Bergamo ci sono gli Stomp

Due giorni di grande ritmo - video
A Bergamo ci sono gli Stomp

Sono amatissimi a Bergamo e mettono talmente tanta grinta e ritmo nelle loro performance che è difficile stare fermi in poltrona quando assisti ai loro spettacoli. A Bergamo tornano gli Stomp.

L’appuntamento è al Creberg teatro di Bergamo il 25 e 26 ottobre: gli Stomp sono un’inimitabile combinazione di percussioni, movimento e visual comedy, che nasce a Brighton, in Gran Bretagna, nell’estate del 1991 come risultato di dieci anni di collaborazione tra i suoi creatori, Luke Cresswell e Steve McNicholas.

Bidoni della spazzatura, pneumatici, addirittura lavandini, ma anche scope e spazzoloni, utilizzati per una travolgente sinfonia ritmica. Che ti coinvolge e ti porta a battere i piedi a ritmo, le mani, a muoverti. Si tratta di musica, danza e teatro insieme, un mix dal sapore rock, anticonvenzionale, dove generi come il circo, la cultura pop, il mondo del tip tap, dell’hip hop fino a quello tribale e della break dance si fondono in uno spettacolo veloce e ricco di stimoli.

In inglese «to stomp» significa calpestare e su quel palco è tutto un saltare, battere, colpire. Gli Stomp sono ironia, musica urbana in scena con gli otto performer del gruppo, sui palcoscenici a ballare con un’aria da canaglie. Con tanta fantasia, vestiti con jeans strappati, anfibi e canottiera. Streetwear dal gusto grunge, i ragazzi si scatenano in acrobatiche coreografie. Perché non ci si pensa mai, ma dal sacchetto di plastica all’accendino , è tutto un travolgente concerto di fantasia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA