Fiorello, un caffè al Balzer- foto e video ... e aspetta Cristina Parodi a teatro

Fiorello, un caffè al Balzer- foto e video
... e aspetta Cristina Parodi a teatro

È «L’ora del Rosario» anche per Bergamo. Fiorello è in città con il suo staff di autori. A tardo pomeriggio va in prova per i due spettacoli, fissati sabato e domenica sera al Creberg Teatro (inizio ore 21; biglietti esauriti).

Si allena Fiorello. Sta girando la provincia italiana perché poi tornerà in radio e probabilmente in tv, quando sarà pronto e avrà le idee per un grande show dei suoi. Intanto si fa le ossa in uno spettacolo teatrale di due ore, dove si ride un sacco e si alternano battute e canzoni, anche duetti virtuali, con Mina e Tony Renis.

Lo showman sabato mattina è in giro per Bergamo: cellulare alla mano e Periscope attivo, per mostrare la «sua Bergamo»: stralci dei filmati saranno utilizzati nei titoli di coda dello spettacolo del Creberg. Un caffè al Balzer, un twitter e un invito, per Cristina Parodi. E poi foto di gruppo con i tanti passanti stupiti dal vulcano Fiore, a passeggio tra le bancarelle del Sentierone per la Festa di Primavera. Un sabato decisamente sorprendente per i bergamaschi.

Fiore in ogni città che tocca sale due o tre volte sul palco. Arriva il giorno prima, si documenta, fa una lunga riunione con i suoi collaboratori e rimonta lo spettacolo: analogico, improvvisato sino ad un certo punto. Trenta canzoni che fanno da ossatura, poi le gag comiche, sul presente, sul sociale, su quello che gira intorno, e sulla città.

Fiorello a Bergamo

Fiorello a Bergamo
(Foto by Yuri Colleoni)

«Bergamo? Mi ha sorpreso la pulizia delle strade. Non c’è disordine. Dall’impatto capisci subito com’è una città», spiega.

«Mi piace arrivare prima, anche se sono costi. È il primo spettacolo dopo Pasqua, dobbiamo riprendere il filo. E poi domani viene il sindaco, ha già mandato un messaggio. Giorgio Gori lo conosco da più di trent’anni. Viene con la signora e forse la cognata. Gli dò dieci anni e poi fa il presidente del consiglio. È lui che ha lanciato Renzi. Quando ci siamo conosciuti era direttore delle tre reti Mediaset. Con lui ho lavorato tanto, sotto la sua gestione ho fatto anche il karaoke. Avevo la coda, ma a capelli sto ancora bene. Ho un sacco di amici a Bergamo, molti maestri di sci».


© RIPRODUZIONE RISERVATA