Genetica e drammi sociali Ritorna «Mondovisioni»

Genetica e drammi sociali
Ritorna «Mondovisioni»

Dal 9 gennaio al 13 febbraio sei documentari su temi di attualità e diritti umani al cinema teatro del Borgo. Organizza la rivista Internazionale .

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con la rassegna «Mondovisioni - I documentari di Internazionale», che si svolgerà al cinema reatro del Borgo di piazza Sant’Anna a Bergamo, ogni giovedì dal 9 gennaio al 13 febbraio, una selezione di documentari curata da CineAgenzia insieme alla rivista Internazionale sui temi di attualità, diritti umani e informazione. Selezionati dai maggiori festival internazionali, i sei documentari in programma, cercano di dare conto della complessità del presente, di raccontare, senza filtri, «storie che ci riguardano».

Si spazia così dalle sfide della genetica in «Human Nature», al dramma dei naufragi nel Mediteraneo di «Mission Lifeline». Dalla situazione delle donne single in Cina («Leftover Women»), agli abusi sessuali nella chiesa («Prey»). E ancora: il tema delle fake news trattato sia in «Bellingcat – Truth in a Post-Truth World di Hans Pool» sulle battaglie e l’impegno dell’omonimo collettivo online di citizen journalists, impegnati a smascherare propaganda e fake news, che in «XY Chelsea» che racconta la vicenda dell’ex soldato e oggi donna trans Chelsea Manning accusato di aver passato 750.000 documenti a Wikileaks (la più grande fuga di segreti militari nella storia degli Stati Uniti) e condannato a passare il resto della vita in una prigione militare maschile e poi graziato a sorpresa dal presidente Obama con una decisione che divise il Paese. Perché è un appuntamento importantissimo questo con i documentari di Internazionale? Perché, intanto, come dicevamo, sono film che documentano la complessità che ci circonda e poi perché non sono viziati da uno sguardo manicheo che divide o altrettanto viziati da idee preconcette.

A proposito del dramma delle migrazioni, per esempio, in «Mission Lifeline» il regista Markus Weinberg (Germania, 2019, anteprima italiana) porta lo spettatore a bordo della nave di una Ong tedesca impegnata nei salvataggi nel canale di Sicilia, ma anche tra i manifestanti che in Germania gridano «Lasciateli annegare». Così come tra i temi inediti affrontati quest’anno, troviamo la genetica con «Human Nature» di Adam Bolt (Stati Uniti, 2019), che presenta con straordinaria chiarezza le impressionanti e inquietanti prospettive della tecnologia. La rassegna è organizzato da Cinema Teatro del Borgo – Sas Bergamo, le proiezioni iniziano alle ore 21.00 e sono precedute da una presentazioni a cura delle studentesse dell’Associazione Students for Equality e del professor Paolo Barcella. Ingresso 6,50 – 5,50 (over 65 e under 10) 4,00 (under 20). Info: [email protected] – tel 035 320828 - www.sas.bg.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA