Mercoledì 27 Luglio 2011

I big della musica a Zogno
Venerdì concerto per Wojtyla

«La fede si esprime anche col canto. La fede ci fa cantare nella vita la gioia di essere figli di Dio». Anche così Papa Giovanni Paolo II si rivolgeva ai giovani. Da questo spunto l'oratorio di Zogno, con la Diocesi di Bergamo, è partito per organizzare il grande concerto in onore di Papa Wojtyla in programma venerdì 29 luglio, dalle 20, al campo sportivo dell'oratorio (ingresso libero, apertura cancelli ore 16, info sui parcheggi sul sito www.sagrasanlorenzo.it).

Sul palco saliranno alcuni big della musica leggera italiana che hanno avuto la fortuna di incontrare o cantare per Giovanni Paolo II: tra loro Francesco Renga, Ivana Spagna, Gatto Panceri e Roberto Bignoli (che oltre ad aver cantato per tre volte per il Papa, nel dicembre 2001 ha ricevuto a Washington il premio internazionale Ucmva Unity Award e nel 2003 il primo riconoscimento del Golden Graal, l'Award italiano dedicato alla evangelizzazione). E poi ancora Paolo Meneguzzi, Luca Napolitano, Roberta Bonanno, Paolo Vallesi, i Sonohra, Luca Dirisio, Daniele Stefani, Simone Aiello, i Mediterranea e Marco Menichini. Inoltre, come esponenti del genere «Christian music», si esibiranno Tiziana Manenti, Giacomo Celentano, Fabrizio Venturi (autore dell'inno ufficiale della Fondazione internazionale Giovanni Paolo II) e il coro gospel Anno Domini di Aurelio Pitino.

La serata comincerà alle 20 con un preconcerto che vedrà sul palco The Sun, Controtempo, Dimo e Fabio Bertolotti (in arte Al). Gli artisti ospiti canteranno ma leggeranno anche alcuni brani di Giovanni Paolo II e racconteranno la loro esperienza d'incontro con Papa Wojtyla. «Tutti artisti che, vista l'importanza del progetto ideato e proposto dall'oratorio di Zogno – dicono dall'organizzazione – hanno accettato l'invito a partecipare a questo evento unico in tutta la Lombardia per utilizzare la loro musica come Giovanni Paolo II desiderava: il canto come mezzo di comunicazione per eccellenza per lanciare messaggi, suscitare emozioni e creare nuovi linguaggi con i giovani».

Il concerto di venerdì fa parte di un progetto più ampio dal titolo «Non abbiate paura», patrocinato dalla Diocesi di Bergamo, dalla Provincia, dalla Regione e dal Comune. A settembre e ottobre si proseguirà con una serie di «Colloqui itineranti» in diverse parrocchie della diocesi con alcuni protagonisti diretti che attraverso le loro testimonianze faranno rivivere i passaggi più rilevanti del pontificato di Papa Wojtyla: l'elezione, i viaggi apostolici, gli incontri, le sfide ai mali del mondo, l'attentato, la malattia. Le date e i luoghi verranno comunicati al concerto di venerdì.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata