In sala il cinema come una volta «Il fantasma dell’opera» mai visto e sentito

In sala il cinema come una volta
«Il fantasma dell’opera» mai visto e sentito

Martedì 24 alle 21 in Sala Alfredo Piatti in Città Alta nell’ambito del Festival Organistico Internazionale presenta un concerto di sola improvvisazione organistica a commento della proiezione di un film muto: « Il fantasma dell’opera».

L’originale proposta vuol ricreare l’atmosfera dei cinematografi anglosassoni d’inizio secolo, molti dei quali si dotarono di appositi strumenti a canne per poter effettuare colonne sonore estemporanee ’orchestrali’. All’organo Mascioni 1906 siederà un giovane fenomeno del concertismo mondiale, il francese David Cassan, capace di vincere negli ultimi tre anni - unico nella storia - i tre più importanti concorsi d’improvvisazione internazionali: Harleem, St.Albans, Chartres.

Il film scelto è un vero classico da cineteca: “Il Fantasma dell’Opera”, di Rupert Julian, girato nel 1925.Il concerto, ad ingresso libero e gratuito, fino ad esaurimento dei posti a sedere, è approntato in collaborazione con Losma S.p.A. www.organfestival.bg.it o anche su Facebook. Sala Piatti martedì, 24 ottobre alle 21. Concerto del Vincitore del Primo Premio d’improvvisazione al 25° Concorso Internazionale di Chartres (Fra) 2016 Organista: David Cassan L’improvvisazione su film muto. «Il fantasma dell’opera» di Rupert Julian(1925)

David Cassan, classe 1989, ha studiato con Thierry Escaich, Pierre Pincemaille, Philippe Lefebvre e François Espinasse ai Conservatoire National Supérieur de Musique et de Danse di Parigi e Lione, dove ha ottenuto i Gran Prix in organo, improvvisazione, armonia, contrappunto, fuga e forma, polifonia rinascimentale, composizione del XX secolo. E’ altresì laureato in Musicologia presso l’Università La Sorbona a Parigi. David Cassan è forse l’organista più premiato della sua generazione per l’improvvisazione. Ha ricevuto il primo premio nelle competizioni internazionali di Chartres (Francia), Saint-Albans (Inghilterra), Haarlem (Paesi Bassi), Pierre Pincemaille (Francia), André Marchal (Francia), Boëllmann-Gigout (Francia) , Westfalen Impro 5 (Germania), Schwäbisch Gmünd (Germania), nonché il grande premio internazionale Jean-Louis Florentz dell’Accademia delle Arti (Francia). Conduce una brillante carriera solistica mentre onora il suo ruolo di organista titolare a Notre-Dame des Victoires a Parigi. Questa rapida carriera gli ha permesso di suonare con numerosi artisti e famose orchestre (Orchester Philharmonique de Paris, Orchester National de Lyon, Capitole de Toulouse ...), in luoghi prestigiosi sia in Francia che all’estero (Germania, Russia, Cina, Israele, Lussemburgo, Spagna, Islanda, Belgio, Inghilterra, Uruguay, Irlanda, Paesi Bassi, Italia, Svizzera).


© RIPRODUZIONE RISERVATA