Installazioni nelle piazze e nei negozi Bergamo si veste di luci per l’Expo

Installazioni nelle piazze e nei negozi
Bergamo si veste di luci per l’Expo

Sarà l’«Uomo della luce» - una creazione firmata da Catellani&Smith - ad accogliere ed accompagnare i turisti che arriveranno a Bergamo in occasione dell’apertura dell’Expo di Milano.

L’idea - secondo il progetto pensato dal Distretto del Commercio Bergamo Centro - è quella di «creare un fascio di emozioni luminose congiungerà quartieri, persone e territori».

Gli uomini di luce sono sfere di alluminio luminose sollevate da una silhouette umana realizzata in ferro grezzo: domenica verranno distribuiti ai commercianti che ne hanno fatto richiesta. Chi non lo ha fatto ha ancora tempo.

Inoltre dal 1° maggio, in concomitanza con l’apertura dell’Expo, in 20 piazze - dalla stazione al piazzale Alpini, dai borghi storici a Città Alta - verranno collocate installazioni luminose sempre firmate da Catellani&Smith. A queste si aggiungerà un Uomo di Luce gigante, alto circa 3 metri, sempre alla stazione ferroviaria e un altro alla Gamec. All’Accademia Carrara le «Nuvole di fil de fer».

Un Uomo della Luce

Un Uomo della Luce

Non è tutto, perché il light designer Pietro Castiglioni ha preparato, sempre per il piazzale degli Alpini, un gomitolone di luce gigante.

L’iniziativa è stata presentata per Bergamo Centro da Alessandro Riva insieme ai cinque soci del Distretto, rappresentati da Giorgio Gori, sindaco di Bergamo, Gianpaolo Malvestiti, presidente Camera di Commercio, Luigi Trigona, direttore Ascom-Confcommercio, Filippo Caselli, vicedirettore Confesercenti, Marco Recalcati, presidente Bergamo Vive. Sono interventi anche i light designer, Pietro Castiglioni e Enzo Catellani.

Intinerari di Luce, la presentazione

Intinerari di Luce, la presentazione

«Metteremo in campo tutta la passione di cui Bergamo è capace, coinvolgendo le eccellenze locali, quelle produttive, artistiche, culturali, istituzionali e, ovviamente, commerciali. Gli Itinerari di Luce - ha dichiarato Alessandro Riva- sono l’espressione di un senso di appartenenza forte alla città che intendiamo consolidare e promuovere. Perché fare rete vuol dire proprio questo: coinvolgere ogni attore del territorio, mettendo a servizio le rispettive unicità in un’ottica di rinnovata solidarietà. Solidarietà che sarà veicolata anche grazie al sostegno attivo e puntuale delle associazioni del Terzo Settore che saranno invitate a lavorare con noi, in prima linea, per far splendere il volto nuovo della nostra città».

Le attività commerciali e di servizio interessate all’Uomo della Luce possono contattare il Distretto del Commercio Bergamo Centro alla mail [email protected]. Una riproduzione dell’Uomo della Luce numerata sarà consegnata in comodato gratuito.

Non poteva mancare l’idea solidale. Al termine di Expo sarà possibile fare una donazione benefica per riscattare l’opera. I fondi raccolti serviranno a sostenere iniziative di solidarietà i cui beneficiari verranno prossimamente indicati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA