Integrazione Festival 2021, la nuova Europa passa anche dai film: guarda il video racconto
Alex Ygoa, vincitore miglior documentario con «Razas primer acto» (Foto by Roberto Giussani)

Integrazione Festival 2021, la nuova Europa passa anche dai film: guarda il video racconto

Bergamo, il successo della 15a edizione di Iff-Integrazione Film Festival, organizzata da Cooperativa Ruah e Lab 80: sempre più internazionale.

Si è chiusa con successo la 15a edizione di Iff-Integrazione Film Festival, organizzata da Cooperativa Ruah e Lab 80 Film. Un’edizione che ha dimostrato la vocazione sempre più internazionale del festival bergamasco con la presenza in sala, all’auditorium, della regista francese Soraya Milla e di sua madre Aline, coautrici della web serie «Afropolitaine». Ma sono state importanti anche le partecipazioni della giovane attrice e cantante afroromana Fatou Sokhna; del regista bresciano di origine marocchine, Elia Moutamid, che ha presentato il suo «Kufid», docu-film girato nel lockdown, e di Amedeo Siragusa, del «Premio Mutti».

«Cosa resta il giorno dopo? I riscontri dei tanti spettatori che hanno apprezzato il livello della proposta - dice il direttore artistico Giancarlo Domenghini - sia dei film sia per come l’abbiamo confezionata. La grande familiarità che si è creata con i nostri ospiti, che hanno anche sviluppato delle sinergie tra di loro, questo sentirsi in una squadra sempre più ampia con tante energie rispetto a come rappresentare questa nuova Italia e una nuova Europa dove noi troviamo alleanze. Aline e Soraya Milla hanno visto e hanno avuto modo di apprezzare che cosa si muove qui in Italia e a loro volta allargare lo sguardo. La stessa Fatou è tornata a casa con diversi stimoli. C’è una rete di amicizie e colleghi che si allarga e questa cosa rincuora, rinsalda l’impegno ad andare avanti».

E aggiunge: «I momenti più complicati sono stati quelli legati ad alcuni problemi tecnici di collegamento, mentre quelli belli sono stati dati dal fatto di aver retto bene il palco. Il fatto di essere riusciti a stare in sala era un rischio da correre, per non lasciare il cinema da solo: lo streaming si potrebbe fare anche da casa ma la scelta è stata quella di stare nel cinema e su questo Lab 80 ci ha fortemente supportato. Essere lì è stata una delle emozioni più grandi, vedere i film sul grande schermo è stato emozionante, ci dispiace sia stata un’emozione solo per pochi».

Ecco il video racconto della manifestazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA