«#IosonoGiacomo e vadomattox» Perchè «qualcosa è cambiato...»

«#IosonoGiacomo e vadomattox»
Perchè «qualcosa è cambiato...»

Un evento il 25 novembre dal titolo «#IosonoGiacomo e vadomattox... i libri»: la presentazione del libro «Qualcosa è cambaito» di Maria Luisa Agostinelli.

Un progetto che sta diventando virale quello di #IosonoGiacomo, iniziativa che punta a creare empatia tra persone con e senza disagio per una presa in carico di una faticosa situazione che sempre più spesso ci riguarda da vicino.

La campagna è stata realizzata grazie al sostegno della Fondazione della comunità bergamasca; in collaborazione con l’agenzia creativa Nok Nok e con la fotografa Emanuela Colombo.

Il progetto #IosonoGiacomo nasce da un’idea di Maura La Greca-Rosita Poloni e dell’équipe dell’area Salute mentale del Gruppo Aeper. La prima azione della campagna consiste in un serie di affissioni sulla città di Bergamo: più di 100 persone hanno aderito prestando il proprio volto ai manifesti che appaiono dal 17 novembre con la scritta #IosonoGiacomo a testimoniare il desiderio di esprimere empatia e vicinanza rispetto al disagio psichico.

Hanno partecipato alla campagna di affissioni volti noti e gente comune, persone con e senza disagio. Testimonial che hanno aderito gratuitamente alla campagna Cristian Raimondi dell’Atalanta, il comico Omar Fantini, la tata Francesca Valla di Sos Tata, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, la regista Silvia Barbieri, Loredana Poli, Alessandra Gallone, Vanessa Rizzi, Niccolò Carretta e molti altri.

Ad integrare le affissioni troveranno realizzazione un sito internet con approfondimenti specifici (www.iosonogiacomo.org), una campagna web, la pagina Facebook (iosonogiacomo), una mostra, laboratori dedicati a persone con disagio, una serie di eventi sul territorio bergamasco con il titolo di «vadomattox …».

Il primo di questi eventi avrà luogo martedì 25 novembre e avrà come titolo «#IosonoGiacomo e vadomattox…i libri»: si tratta della presentazione del libro «Qualcosa è cambiato» di Maria Luisa Agostinelli editto da Moretti&Vitali: al ristorante «La locanda dei golosi» di Villa d’Almè si terrà un reading di alcune parti del testo, accompagnato da tisane e dolci offerti dalla Locanda.

Obiettivo di questi eventi è coinvolgere chi abbia una passione e senta il desiderio di condividerla g razie a momenti pubblici (tornei, reading, concerti, pièces teatrali…) aiutando così a diffondere il messaggio di sensibilizzazione rispetto al disagio psichico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA